Widgets Magazine
08:10 15 Ottobre 2019
Cinesi in treno magnetico

La Cina pronta a lanciare un treno magnetico che andrà a 1000 km/h

© AFP 2019 / Mark RALSTON
Mondo
URL abbreviato
1111
Seguici su

Nel 2020 la Cina lancerà una tratta ferroviaria sperimentale, sulla quale circoleranno dei treni magnetici che potranno raggiungere la velocità degli aerei.

Il gigante cinese sta nuovamente tentando di portarsi un passo avanti nella ricerca mondiale sui treni ad alta velocità.

Grazie all'impiego di un'innovativa tecnologia di levitazione magnetica, gli ingegneri del China Railway Group sono certi di poter innalzare i picchi di velocità dei treni fino a ben tre volte di più rispetto a quelli odierni, portandoli dagli attuali 350 km/h fino a 600-1000 km/h.

Come riportato dal quotidiano locale Asia Times, la tratta sperimentale sarà inaugurata all'inizio del prossimo anno e sarà collocata nella provincia di Hubei, misurando circa 200 km.

All'interno dei binari saranno inseriti dei tubi sottovuoto, all'interno dei quali degli elettromagneti saranno raffreddati fino a raggiungere una condizione di superconduttività che spingerà i treni fino a delle velocità fin ad oggi neanche lontanamente immaginabili.

Se la tratta maglev pilota funzionerà a dovere, questa sarà estesa da Hubei fino alla ricca provincia di Guanzhou.

Il maglev: vantaggi e rischi

Teoricamente, i maglev potrebbero sfruttare la gravità per aiutare la loro accelerazione e si stima che se treni di questo tipo potessero viaggiare così velocemente come predetto, per il viaggio tra Londra e New York, ad esempio, si impiegherebbe meno di un'ora, rendendo obsoleta l'aviazione in quella tratta, dato che il treno magnetico rappresenterebbe un opzione di trasporto più veloce e al contempo energeticamente più efficiente.

Vi sono però anche svantaggi e possibili rischi legati all'implementazione di questi innovativi mezzi di trasporto.

In primo luogo, essi sarebbero molto esposti agli attacchi terroristici: un attentato all'interno di uno di questi moduli ad ipervelocità avrebbe effetti disastrosi e probabilmente costosissimi.

Inoltre, essi sarebbero intrinsicamente sensibili alle scosse telluriche e un terremoto potrebbe avere degli effetti devastanti su di essi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik