11:04 15 Novembre 2019
martello giustizia

Turista russo rischia 10 anni di carcere per aver regalato dollari finti a thailandesi

© Sputnik . Andrei Starostin
Mondo
URL abbreviato
606
Seguici su

In Thailandia Vadim Vedenyapin, un abitante di Ekaterinburg, rischia una condanna a 10 anni di carcere per uno scherzo sfortunato e non capito dalla gente del posto.

Il turista ha regalato soldi finti ad alcuni abitanti locali, che a loro volta hanno preso sul serio la situazione denunciando l'accaduto alla polizia. La macchina della giustizia thailandese si è già attivata, la famiglia sta raccogliendo fondi per ottenere la libertà su cauzione del russo, tuttavia anche in questo caso difficilmente allo sfortunato e ingenuo turista sarà concesso di lasciare il Paese.

Sua moglie Ekaterina ha raccontato la vicenda il 30 settembre su Instagram. "Siamo in vacanza con i bambini. È accaduto che uno di noi è finito nei guai. Uno scherzo senza successo. Ho comprato dei dollari finti per bambini e li ha dati alla gente del posto. Doveva essere un souvenir "from Russia". Ma qui è stato preso tutto sul serio", ha scritto.

"Siamo venuti a riposare con due famiglie con bambini piccoli", ha detto Ekaterina parlando con il sito Znak.com. "I bambini chiedono costantemente soldi perché ci vedono pagare nei negozi. Vadim ha portato dalla Russia denaro finto per bambini dove c'è esplicitamente scritto "souvenir". I bambini giocavano con questi soldi e noi ce li portavamo dietro".

Di notte suo marito era andato solo al bar e, secondo sua moglie, aveva deciso di regalare i soldi falsi ai thailandesi per divertimento. La donna assicura che suo marito non aveva intenzione di raggirare e pagare nulla con soldi falsi. Questa non è la prima volta che la famiglia si reca in vacanza in Thailandia, tuttavia non sapeva che non si può scherzare in questo Paese.

Tre le persone del posto che hanno testimoniato contro il cittadino russo. Le spese legali sono enormi, finora è stato possibile raccogliere i fondi solo per un avvocato. Un'amica di famiglia ha detto al portale E1.RU che per il processo ci serve circa un milione di rubli (poco più di 14mila euro) e che per completare le ci vorranno due anni.

"La libertà su cauzione non significa che il caso sarà chiuso. Molto probabilmente, fino a quando il processo non sarà stralciato, gli sarà vietato lasciare il Paese", ha fatto sapere l'Ambasciata russa in Thailandia. La sezione consolare della missione diplomatica sta facendo luce sui dettagli della vicenda.

Alcuni operatori e guide turistiche avvertono i viaggiatori in procinto di recarsi in Thailandia che in questo Paese sono in vigore leggi severe e che in ogni situazione la polizia si schiera dalla parte dei residenti locali.

Tags:
Turisti russi, Turismo, Giustizia, Incidente, Società, Russia, Thailandia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik