15:54 22 Novembre 2019
Missile Kalibr lanciato da sottomarino in immersione.

La marina dell'Algeria testa i missili Kalibr russi - Video

Russian Defense Ministry press service
Mondo
URL abbreviato
2250
Seguici su

La marina algerina ha distrutto degli obiettivi terrestri sparando missili da crociera Kalibr da due sottomarini classe Kilo 636 recentemente acquistati dalla Russia. A darne notizia è il Ministero dela Difesa algerino.

A dare notizia della esercitazione militare è il sito web Menadefense, del Ministero della Difesa, nonchè i principali media della Repubblica Algerina. La tecnica militare è tutta di importazione russa – missili Club-S Kalibr lanciati da sottomarini Kilo 636.

Domenica 29 settembre ad Orano, nell'Algeria occidentale, la Marina algerina ha testato, per la seconda volta in manovre con munizioni vere, i suoi ultimi acquisti. L’esercitazione, prima del suo genere per obiettivi a terra dal mare in Algeria, è stata condotta sotto la supervisione del tenente generale Ahmed Gaïd Salah, capo di stato maggiore dell'esercito popolare nazionale (ANP) e viceministro, comunica il Ministero della Difesa.

"Il capo di stato maggiore dell'esercito popolare nazionale ha supervisionato l'esecuzione dei lanci dai due sottomarini contro gli obiettivi a terra” afferma il comunicato sottolineando che “questa esercitazione è intesa a garantire l’efficienza operativa dei due sottomarini” –  (Al-Haqqar e Al-Waneshris, come sono stati battezzati dopo la consegna).

"I lanci sono stati eseguiti con soccesso e gli obiettivi a terra centrati con grande precisione, il che rappresenta un nuovo successo per gli equipaggi e gli armamenti e dimostra i  progressi raggiunti dalla marina algerina negli ultimi anni”, afferma la nota ufficiale.

In una dichiarazione rilasciata a Sputnik, Akram Kharief, esperto algerino di questioni militari ed editore del sito informativo Menadefense, afferma che "i missili utilizzati sono di tipo Kalibr Club-S (versione esportabile dei missili Kalibr), gli stessi utilizzati dall'esercito russo in Siria".

Lunedì 26 agosto, lo stesso Stato maggiore aveva supervisionato anche una esercitazione missilistica, sempre con missili Kalibr lanciati da sottomarini classe Kilo 636, eseguita però in quel caso contro obiettivi marittimi di superficie”, precisa il Ministero.

La forza sottomarina algerina è composta ora da sei sommergibili in servizio, tra cui quattro nuovissimi Kilo 636 e due Kilo 877EKM, ricevuti negli anni '80 e modernizzati in Russia tra il 2005 e il 2010.

Il sommergibile Kilo 636 detto "buco nero"

Il versatile sottomarino diesel-elettrico del progetto 636 Varchavianka (Improved Kilo, secondo il codice NATO) appartiene alla terza generazione di sottomarini. È soprannominato "buco nero" dagli esperti della NATO per la sua discrezione. Questo sommergibile ha uno stazza di 2.350 tonnellate in superficie, 3.950 tonnellate in immersione, e una velocità da 17 a 20 nodi. Possiede 45 giorni di autonomia. Può essere equipaggiato con quattro missili Kalibr, 18 siluri da 533 millimetri (su sei tubi di lancio) e 24 mine di profondità. Il suo equipaggio è di 52 persone.

Molti paesi stranieri stanno acquistando sottomarini nella versione 636. Attualmente, i sottomarini di classe Kilo sono in servizio nella marine algerina, vietnamita, indiana, iraniana e cinese.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik