10:05 26 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 214
Seguici su

L'aereo antisommergibile Boeing P-8A Poseidon della Marina militare statunitense ha effettuato una missione di ricognizione lungo le coste russe del Mar Nero, segnala con un tweet la risorsa di monitoraggio dei voli militari Radar Plane.

Alle 9.20 dell'orario italiano, l'aereo americano è stato rilevato nello spazio aereo della Bulgaria, dopo essere decollato dalla base della Nato di Sigonella, in Sicilia.

Dopo circa un'ora e mezza il velivolo ha iniziato la missione di ricognizione. Dopo aver sorvolato i territori in prossimità di Sebastopoli, Crimea, l'aereo ha fatto rotta verso la città portuale di Novorossijsk. Complessivamente l'aereo ha sorvolato per circa due ore i confini dello Stato russo lungo il litorale del Mar Nero.

Le missioni di ricognizione di Nato-Usa in Russia

Dalla base siciliana di Sigonella, immersa nel centro dell'area mediterranea, è possibile il controllo del confine orientale dell'Europa con la Russia, sino all'area mediorientale di Siria, Libano e Iran.
Le missioni di sorvolo lungo il confine russo sono iniziate almeno dal 2015, come segnalano i vari siti trackchecker dei voli, Itamil Radar, Plane Radar, etc.

Il primo volo di ricognizione effettuato sulla Crimea, effettuato da un drone partito da Sigonella, è stato registrato nell'aprile 2015. Da allora le missioni sporadiche su Sebastopoli, la zona a est di Odessa e il mar Nero, sono diventate sempre più frequenti.
Nelle missioni non sono coinvolti soltanto gli aerei drone, ma spesso vengono impiegati P-8A Poseidon della flotta aerea militare USA e altri tipi di velivoli.

La reazione della Russia

Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu ha chiesto agli Usa di rinunciare alle missioni di ricognizione, tuttavia il Pentagono ha risposto con un rifiuto. Per il capo del dicastero militare russo, l'unico contingente ad hoc dislocato in Crimea "non lascia alcuna possibilità" a potenziali tentativi di invadere il territorio e svolge un ruolo cruciale nel garantirne la sicurezza.

Tags:
Difesa, Sicurezza, esercito USA, USA, Mar Nero, Sicilia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik