12:14 15 Novembre 2019
Delcy Rodriguez

Delcy Rodriguez all'ONU: la Russia costruirà un nuovo mondo, libero e multipolare

© AP Photo / Ricardo Mazalan
Mondo
URL abbreviato
2251
Seguici su

Durante il suo discorso all'Onu la vicepresidente del Venezuela ha condannato le politiche imperialiste degli USA, che violano il diritto internazionale con misure unilaterali, e esaltato il ruolo della Russia come potenza costruttrice di un nuovo mondo libero e multipolare.

La vice Presidente Delcy Rodriguez è intervenuta nella tarda serata di ieri, all'Assemblea Generale dell'ONU, al posto di Nicolas Maduro a cui la Casa Bianca ha negato la possibilità di entrare negli USA, rifiutando i visti diplomatici. 

La Rodriguez ha salutato l'assemblea come "casa dei popoli, in cui i popoli discutono che non possono accedere ai meccanismi di potere" e sottolineato come il modello bolivariano, che garantisce la giustizia, inclusione e protezione sociale rappresenti una minaccia per il suprematismo capitalista degli USA. "Il modello bolivariano è intrinsecamente contrario al progetto monroista che pretende mostrare tutta la Nuestra America come il loro Patio Trasero", e per questa ragione, ha aggiunto, è diventato un obiettivo da distruggere per la Casa Bianca.

Un obiettivo che Washington pretende di ottenere attraverso una guerra economica, a colpi di misure unilaterali, come le sanzioni o il sequestro di miliardi di dollari di depositi di Caracas in banche estere. Gli USA, prosegue la vice presidente venezuelana, hanno sviluppato un nuovo tipo di terrorismo che usa le banche al posto delle bombe. 

Gli ultimi tre presidenti USA hanno fatto uso indiscriminato di bombardamenti unilaterali, prosegue la Rodriguez, per una media di 24 bombe al giorno durante l'amministrazione Bush, 34 negli anni di Obama e il record di 121 bombe al giorno con Donald Trump. Ma la guerra economica condotta dagli USA, abusando del "predominio del dollaro come moneta di riserva mondiale", genera altrettante sofferenze ai popoli e viola la sovranità dei paesi e il diritto internazionale. 

"E' il Dipartimento del Tesoro, il Pentagono Economico, che militarizza le relazioni internazionali e colpisce milioni di persone innocenti, per applicare dottrine di regime change e rubare, sfacciatamente, le risorse degli altri paesi".

Colpire il Venezuela per colpire il multilateralismo

"L'esistenza di queste misure rappresenta un affossamento dell'ordine giuridico internazionale - ha proseguito la rappresentante del Venezuela - in questo senso il Venezuela è diventato il miglior esperimento perverso contro il multilateralismo". 

Le sanzioni economiche che la Rodriguez ha definito "terroristiche", "350 misure coercitive unilaterali" adottate tra il 2015 e il 2019, hanno provocato enormi danni e perdite al Paese. Le sanzioni prevedono, ha detto la vicepresidente, "l'appropriazione illecita e indebita delle nostre attività e ricchezze all'estero" nel tentativo di "asfissiare l'economia venezuelana e sottomettere il popolo"

​Le sanzioni contro il Venezuela sono state un esperimento per bloccare ogni forma di multilateralismo emergente, ha proseguito la Rodriguez. Hanno colpito Cuba, il Nicaragua, i paesi che hanno ostacolato il "progetto monroeista" nel continente latinoamericano, Iran, Russia, Cina. 

"Rifiutiamo qualsiasi forma di guerra commerciale contro la Cina e ripudiamo le illecite sanzioni contro la Russia, potenza mondiale in via di sviluppo e costruttrice di un nuovo mondo pluripolare e multicentrico rispettoso della legalità internazionale", ha proseguito la Rodrigues durante il suo discorso in Assemblea Generale. "Agli USA chiediamo meno arroganza e più tolleranza e coesistenza con le nazioni libere del mondo".

La condanna a Duque

Rimarcando la falsità delle accuse che qualche giorno prima, il presidente colombiano, aveva avanzato contro il Venezuela, accusandolo di addestrare sul proprio territorio forze paramilitari dell'Esercito di Liberazione Nazionale, la vicepresidente della Repubblica Bolivariana ha presentato le coordinate dei campi di addestramento colombiani di mercenari "per attaccare e aggredire il Venezuela".

​Ha poi denunciato l'intento di USA, Colombia e paesi satellite di preparare una guerra di aggressione contro il Venezuela che metterebbe a rischio la pace nel continente. 

Tags:
USA, Russia, Venezuela, ONU
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik