Widgets Magazine
12:58 13 Novembre 2019
Khmeimim

Khmeimim 2.0: la base russa in Siria si rinnova

© Sputnik . Maxim Blinov
Mondo
URL abbreviato
0 201
Seguici su

Il Ministero della Difesa russa annuncia il potenziamento della base aerea russa in Siria. Nuovi hangar per proteggere dai droni, sistema di alimentazione centralizzato, possibilità di aggiungere altri velivoli.

E’ il vice comandante del reggimento aereo della base, Konstantin Dolgov,  a fare gli onori di casa e spiegare ai media russi che Khmeimim già ora può essere definita una base e campo di aviazione di prima classe in grado di accogliere qualsiasi tipo di aereo, compresi trasporto pesante e bombardieri strategici ma che si sta lavorando per ampliarla ulteriormente. La seconda pista di atterraggio è in rifacimento e le capacità della base saranno notevolmente migliorate.

L’apertura della base ai giornalisti ha permesso che alcune immagini trapelassero e venissero pubblicate sui social.

​Attualmente ci sono 30 aerei di stanza a Khmeimim, tra Su-35S, Su-34, Su-24 ed elicotteri Mi-35 e Mi-8AMTSh. Nuovi hangar per questi velivoli sono ora stati messi in servizio, con lo scopo di proteggerli in caso di attacchi di droni che, come sappiamo, in più casi hanno colpito la base russa, pur senza riuscire a causare danni seri grazie alle difese aeree. L'altro scopo degli hangar è proteggere i mezzi dal cocente sole siriano e preservarne la durata del servizio. Ma l’ombra migliora le condizioni di lavoro non solo dei mezzi, ha osservato Dolgov, facendo riferimento al fatto che ne hanno ancor più bisogno i soldati.

​Un’altro grande miglioramento è stato il nuovo sistema di approvvigionamento di carburante centralizzato che ha permesso una forte riduzione dei tempi di rifornimento degli aerei tra una sortita e l’altra.

L'aviazione russa era arrivata a Khmeimim nel 2015 dopo che Damasco aveva chiesto a Mosca assistenza nella lotta al terrorismo. Il supporto aereo ha svolto un ruolo chiave nell'aiutare il Governo siriano a invertire la tendenza nel conflitto contro lo Stato islamico e gli altri gruppi estremisti che controllavano il territorio siriano. Ora che la maggior parte del Paese è liberata e che i militanti detengono solo territori nella provincia nord-occidentale di Idlib, i piloti russi in Siria eseguono principalmente sortite di addestramento.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik