02:22 20 Novembre 2019
Una delle parti della Starship

SpaceX, Elon Musk pubblica nuove foto della Starship

© Foto: Maria Pointer/facebook
Mondo
URL abbreviato
0 25
Seguici su

In vista della grande presentazione prevista per questo fine settimana, Elon Musk svela man mano sempre maggiori dettagli del suo prototipo Starship Mk1 con nuove foto e delucidazioni che faranno la felicità degli amanti delle avventure spaziali.

La versione finale della nave stellare sarà alta ben 50 metri e peserà 1.400 tonnellate. Si chiamano Starship e Super Heavy, sono l’astronave e il razzo riutilizzabile che SpaceX sta sviluppando per portare l’uomo sulla Luna, Marte e altre lontane destinazioni, secondo Musk che sta preparando in grande la presentazione che si terrà presso Boca Chica nel sud del Texas, dove la società sta costruendo il prototipo Mk1. SpaceX punta a far volare questo veicolo di prova il prossimo mese, con un test privo di equipaggio che dovrà raggiungere un’altitudine per ora di20 chilometri.

​L'imprenditore miliardario, che ha fondato SpaceX nel 2002, ha permesso di sbirciare all’andamento dei lavori della Starship Mk1 attraverso il suo account Twitter durante le ultime settimane. Mercoledì 25 settembre, ad esempio, ha twittato due foto del veicolo in acciaio inossidabile parzialmente finito che veniva sollevato su un trasportatore.

Musk ha anche fornito alcune informazioni sul Mk1 rispondendo alle domande di followers e appassionati. Una delle indiscrezioni più eclatanti riguarda le dimensioni di questo monumentale oggetto che dovrà superare l’atmosfera terrestre e liberarsi nello spazio – 50 metri di altezza per 200 tonnellate che, a pieno carico, compresa l’enorme quantità di propellente, arriverà a 1.400 tonnellate.

Il problema del peso è rilevante e lo stesso Musk ammette che le prossime versioni dovranno essere più leggere, prevede di arrivare alle 120 tonnellate entro il prototipo Mk5.

Altra questione che ha interessato i followers e a cui Musk ha cercato di dare seguito è stata quella delle gambe di appoggio – due, quattro, sei, sarà forse un trepiede, forse le ali arriveranno fino in fondo alla fusoliera e contribuiranno a fare da appoggio? In realtà, per stessa ammissione di Musk, la questione è ancora aperta, la versione finale e definitiva, potrebbe venire dai prototipi successivi Mk2 o Mk20, non è dato sapere.

Musk ha anche affermato che sia l’Mk1 che l’Mk2 - un prototipo simile realizzato nelle strutture di SpaceX in Florida - saranno alimentati da almeno tre dei motori Raptor di prossima generazione dell'azienda. Ieri ha twittato altre tre foto che mostrano come appare l'allineamento a tre motori.

​Sia l’Mk1 che il l’Mk2 inizieranno a fare voli suborbitali, ma l'obiettivo è di portarli poi in orbita vera e propria, ha detto Musk.

L'astronave finale e vera e propria da 100 passeggeri, invece, sfoggerà ben sei Raptor mentre il razzo Super Heavy avrà addirittura 35 motori. Per lo meno questo è quanto ne sappiamo finora perchè con Musk i piani possono sempre cambiare. Vediamo cosa ci dirà sabato alla presentazione.

Intanto c’è chi prende i piani di Musk estremamente sul serio anche senza presentazioni e dimostrazioni. Il miliardario giapponese Yusaku Maezawa ha già prenotato una ‘crociera’ intorno alla Luna a bordo della nave stellare per il 2023.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik