Widgets Magazine
12:53 13 Novembre 2019
Le ossa trovate a Petrovsk-Zabajkal'skij

Siberia, mentre gioca nella sabbia un bambino trova le ossa di un rinoceronte di 10 mila anni fa

© Foto : Daria Lesnova
Mondo
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Nella città russa di Petrovsk-Zabajkal'skij un bambino di 5 anni ha trovato in una sabbiera ossa e denti di un rinoceronte lanoso di 10.000 anni fa. Lo ha raccontato la mamma del bambino.

L'autenticità delle ossa è stata confermata da un membro della società paleontologica dell'Accademia delle scienze russa, il paleozoologo Alexei Bondarev.

La famiglia abita nella città russa di Petrovsk-Zabajkal'skij, nella Siberia sudorientale. Vicino all’edificio del Palazzo della Cultura e dello Sport si trovava della sabbia che era stata portata lì per lavori di sistemazione dell'arredo urbano.

“Mio figlio ama giocare a scavare nella sabbia. Mentre stava correndo attorno alla sabbiera è inciampato in qualcosa di solido ed ha iniziato a scavare”, racconta Daria Lesnova, la madre del bambino.

“Ha scavato parte del cranio, denti, ossa. Siamo una famiglia di dottori ed inizialmente abbiamo pensato che fossero le ossa del bestiame. Però più tardi ho trovato il coraggio di fotografare questi frammenti e inviare le foto al forum paleontologico. Gli esperti hanno confermato l'ipotesi che questi fossero i resti di un animale antico, un rinoceronte lanoso”, spiega Lesnova.

Alexei Bondarev, paleozoologo e membro della società paleontologica dell'Accademia delle scienze russa, membro del ramo di Omsk della Società geografica russa, ha confermato di aver identificato le ossa del rinoceronte lanoso da una fotografia.

Il paleozoologo ha inviato il suo giudizio sul ritrovamento al Museo di Petrovsk-Zabajkal'skij, dove ora si trovano le ossa del cranio, una vertebra cervicale e i denti di un animale preistorico, rinvenute dal bambino.

I rinoceronti lanosi (Coelodonta antiquitatis) vivevano nelle vaste distese dell'Eurasia ed erano tipici rappresentanti della fauna mammut, ma scomparvero 8-14 mila anni fa. Alla base della loro estinzione vi furono le mutazioni della flora causate da cambiamenti climatici.

Tags:
Archeologia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik