Widgets Magazine
12:51 13 Novembre 2019
Barbie gender-neutral

I creatori di Barbie lanciano la bambola unisex, per un gioco "più inclusivo che mai"

© Foto: Mattel
Mondo
URL abbreviato
0 08
Seguici su

La marca di giocattoli Mattel ha lanciato una nuova linea di bambole 'gender-neutral', ovvero con aspetto, capigliature e vestiti non identificabili con un sesso preciso.

Secondo l'azienda leader nel mercato dei giocattoli, i nostri "bambini non vogliono che i loro giocattoli subiscano i dictat delle regole di genere".

E così Barbie, sul mercato dal lontano 1959, si prepara a questa sua nuova, ennesima iterazione, dopo essere stata astronauta, ingegnere, candidato presidente e addirittura sergente dei marines, tutto 'per venire incontro alle esigenze dei suoi clienti'.

La nuova bambola sarà insomma 'più adatta' alle tendenze contemporanee e, grazie al suo "Creatable World" (Mondo di creazioni, ndr) offrirà una vasta gamma di personaggi 'privi di etichetta', con tanto di guardaroba e capigliature unisex intercambiabili.

Sei modelli diversi

Così i vostri piccoli, scartando la loro Barbie il prossimo Natale, potranno trovarci dentro un personaggio con fino a sei tonalità di diverse di pelle, vestito talora con una bellissima minigonna, talora con dei più mascolini pantaloni lunghi.

Durante la fase di design dei modelli, la Mattel si è addirittura avvalsa di un pediatra, al fine di assicurarsi che le bambole possedessero le fattezze più androgene possibili e che fosse impossibile catalogarli esattamente come maschi o femmine.

Una bambola per la "generazione alpha"

Come rivelato durante la conferenza stampa di presentazione, Mattel punta a un target di bambini che non si identificano con un genere sessuale definito: si tratta della cosiddetta 'Generazione Alpha', cioè tutti quei bimbi, nati dopo il 2010, che vivono un periodo di assoluta 'fluidità di genere', alla quale sono esposti sin dalla tenera età.

A titolo di esempio, in una pubblicità, realizzata appositamente per l'uscita del nuovo prodotto, si vede un gruppo di bambini, alcuni dei quali presentano un abbigliamento e una capigliatura unisex, che giocano con le bambole, mentre in sovraimpressione scorre la scritta "rendiamo il gioco più inclusivo che mai".

Quest'anno la celebre bambola Barbie compie 60 anni: la prima Barbie uscì nel 1959, mentre a cavallo degli anni '60 e '70 l’azienda ha cominciato a produrre bambole raffiguranti ragazze afroamericane e di diverse origini etniche. Fino ad ora Barbie è stata realizzata in più di 200 diverse versioni, dedicata ad altrettante professioni: dalla maestra alla ricercatrice e alla politica.

Nello scorso mese di luglio la Mattel aveva iniziato a studiare una nuova versione di Barbie, "astronauta", ispirata a Samantha Cristoforetti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik