23:42 15 Novembre 2019
Disegno degli astronauti su Marte

La Luna è “poco eccitante”, Trump vuole andare su Marte

© NASA .
Mondo
URL abbreviato
0 16
Seguici su

Venerdì scorso il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha elogiato gli sforzi del programma spaziale americano per riportare gli astronauti sulla Luna entro il 2024 ma ha affermato che il vero obiettivo dovrebbe essere Marte perchè la Luna “è poco eccitante, ci siamo già stati”.

"Andremo su Marte", ha detto Trump ai giornalisti durante la conferenza stampa seguita all’incontro alla Casa Bianca con il Primo Ministro australiano Scott Morrison. Alla domanda del giornalista - “Signor Trump, può parlare dell'eccitante nuovo programma spaziale che riguarda la Luna?” – la trascrizione letterale della risposta del Presidente pubblicata sul sito ufficiale della Casa Bianca, riporta:

“Stiamo portando avanti un ottimo programma (...) Andremo su Marte. Sulla Luna ci fermiamo solo. La Luna in realtà è solo una piattaforma di lancio. Ecco perchè ci fermiamo sulla Luna. Ho detto – Ehi, ci siamo già stati sulla Luna, non è così eccitante. Mi hanno risposto – No, Signore, la Luna è una piattaforma di lancio per Marte. Quindi andremo sulla Luna ma per andare su Marte”.

La scadenza della NASA per un ritorno sulla Luna con equipaggio umano nel 2024 era stata svelata a marzo dal vicepresidente Mike Pence. Il satellite naturale della Terra era anche un obiettivo primario per la Direttiva sulla politica spaziale 1, una direttiva firmata da Trump nel dicembre 2017 che ordinava alla NASA di inviare astronauti sulla Luna e puntare ad obiettivi umani su Marte. Il programma Artemis della NASA sta sviluppando l'enorme sistema di lancio dello Space Launch System e l'astronave Orion per far volare gli astronauti da e verso quella che sarà una vera e propria base lunare – la Lunar Gateway.

All'inizio di giugno, Trump aveva però criticato le attenzioni della NASA riguardo alla Luna proprio poche settimane prima del 50° anniversario dello sbarco dell'Apollo 11.

"Con tutti i soldi che stiamo spendendo la NASA NON dovrebbe neanche parlare di andare sulla Luna - l'abbiamo fatto 50 anni fa", aveva scritto su Twitter, sottolineando che l’obiettivo dovrebbe essere piuttosto Marte. Il capo della NASA Jim Bridenstine da allora ha sempre tenuto a sottolineare che la Luna è una stazione intermedia chiave per le future missioni con equipaggio su Marte.

Non c'è solo la NASA nel programma di esplorazione​

La NASA per la verità non è sola nei suoi obiettivi per raggiungere Luna e Marte. L'Agenzia spaziale europea sta costruendo il modulo di servizio per Orion e la NASA quest’anno ha ricevuto impegni anche da Canada e Giappone per collaborare all'esplorazione lunare. Sabato al gruppo di ‘partner lunari’, si è aggiunta l'Australian Space Agency con un solido accordo di cooperazione. Il capo dell'Agenzia spaziale australiana Megan Clark e il vicedirettore della NASA Jim Morhard hanno firmato una dichiarazione congiunta di intenti per la cooperazione spaziale.

"Siamo onorati della dichiarazione odierna e dell'impegno dei nostri amici australiani di sostenerci nella nostra missione di tornare sulla Luna entro il 2024 con il programma Artemis", ha dichiarato Morhard in una dichiarazione della NASA. "La forte relazione tra la NASA e l'Agenzia spaziale australiana conferma l'impegno della NASA nel realizzare esplorazioni sostenibili con i nostri partner commerciali e internazionali entro il 2028."

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik