Widgets Magazine
19:40 23 Ottobre 2019

Schianti imbarazzanti – pubblicate sul web immagini di mezzi paracadutati in modo disastroso

© REUTERS / Antara Foto/Fadlansyah
Mondo
URL abbreviato
143
Seguici su

Capita a tutti. Nel 2016 fece scalpore un video che poi divenne virale di camionette e mezzi leggeri paracadutati in maniera disastrosa dall’esercito USA durante un’esercitazione, questa volta è toccato invece ai russi.

Durante le imponenti esercitazioni ‘Center-2019’ ancora in corso, alcuni lanci non sono andati diciamo del tutto a buon fine e sui social russi si sono scatenate le indiscrezioni ed i commenti. Sul social Vkontakte sono state pubblicate le immagini di due veicoli da combattimento andati completamente distrutti per completa mancata apertura dei paracaduti.

L’incidente si è verificato il 20 settembre e il Ministero della Difesa si è affrettato a chiarire che non vi era equipaggio all’interno dei veicoli lanciati dagli aerei Il-76 nella regione di Orenburg durante le esercitazioni nel quadro dell’operazione ‘Center-2019’ che vede coinvolte Russia e altri sei Paesi tra cui Cina, India e Pakistan.

Su Instagram invece è apparso un intero video pubblicato da un account specializzato in tecnica e sviluppi miliatari di Orenburg in cui gli autori spiegano, da una parte che le truppe aviotrasportate si trovano in quasi 100 Paesi me che solo i paracadutisti russi sganciano mezzi pesanti con tanto di equipaggio già a bordo, dall’altra precisano che in questo caso i mezzi erano vuoti e che un 2% di atterraggi falliti sono comunemente considerati una percentuale assolutamente accettabile di errore.

Le autorità militari stanno comunque analizzando le circostanze e valutare se i lanci non andati a buon fine rientrino o meno nel margine di errore considerato accettabile.

Peggio ancora era andata alle esercitazioni militari americane del 2016 quando una quantità di camionette corazzate Humvee ed altri mezzi militari erano andati completamente distrutti a causa di lanci errati o paracaduti difettosi. Il video di quel disastro divenne virale per la percentuale di fallimenti, ben superiore al 2% considerato comunemente accettabile ma, sopratutto, per via dei commenti divertiti degli stessi militari americani che avevano ripreso l’accaduto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik