Widgets Magazine
00:53 24 Ottobre 2019

La Russia ha ratificato l'accordo di Parigi sul clima

© Sputnik . Ekaterina Shutkina
Mondo
URL abbreviato
1111
Seguici su

Il Primo Ministro della Federazione russa Dmitry Medvedev ha firmato un decreto del Governo sull'adozione dell'accordo di Parigi sul clima.

Secondo lui l'economia russa deve svilupparsi con l'introduzione di tecnologie a basse emissioni di carbonio e verdi.

Tuttavia, ha osservato, ciò richiederà investimenti significativi, dal momento che non ci sono molti settori economici simili in Russia.

Il primo accordo globale sul clima venne firmato a Parigi nel 2015 da 194 paesi, tra cui la Russia. Questo accordo definisce un piano d'azione globale per frenare il riscaldamento globale ed è ricordato come l’Accordo di Parigi. Tra tutti i firmatari solo una minoranza lo hanno ratificato e ancora meno messo in atto.

Tra i più virtuosi e rispettosi del patto si annoverano i Paesi della Unione Europea ed ora, se questo decreto avrà attuazione effettiva, anche la Russia.

Accordi di Parigi

Contenuto degli Accordi di Parigi:

  • Ridurre l'aumento della temperatura media globale al di sotto dei 2° C e compiere sforzi per non superare un aumento di 1,5° C, il che dovrebbe essere sufficiente a ridurre significativamente i rischi e gli impatti dei cambiamenti climatici;
  • Migliorare la capacità di adattamento agli effetti negativi dei cambiamenti climatici e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra;
  • Stimolare i finanziamenti allo sviluppo indirizzato alle basse emissioni e basso impatto.

Il testo dell'accordo afferma per atro che la realizzazione di tutte le misure necessarie a raggiungere gli obiettivi è interamente a carico dei Governi nazionali.

L’intero accordo intende essere una svolta verso un modello di sviluppo economico a basse emissioni di carbonio basato sul progressivo abbandono delle tecnologie tradizionali per l’estrazione, la lavorazione e l’uso delle risorse fossili (principalmente materie prime a base di idrocarburi) a favore delle tecnologie verdi e rinnovabili.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik