11:43 21 Novembre 2019
Jon Huntsman

Armi nucleari, l'ambasciatore Usa a Mosca auspica un nuovo accordo New Start

© Sputnik . Sergey Pyatkov
Mondo
URL abbreviato
232
Seguici su

Alla sua scadenza nel febbario 2021 il trattato o sarà esteso o se ne dovrà siglare uno nuovo. Il New Start è l'ultimo accordo ancora in piedi tra Usa e Russia sulle armi nucleari dopo la fine dell'Inf sui missili a medio raggio.

“Sarebbe veramente preoccupante se Russia e Usa non dovessero trovare un accordo per l'estensione del patto New Start che scadrà nel febbraio 2021”: ad esprimere il timore è John Huntsman, l'ambasciatore statunitense a Mosca che il 3 ottobre lascerà il suo incarico diplomatico, intenzione che aveva già comunicato il mese scorso al presidente Trump.

Huntsman che non è nuovo a tali considerazioni, in un'intervista al canale tv russo, Dozhd ha comunque confidato che le due superpotenze sapranno trovare un accordo, anche tenendo conto delle nuove realtà, rispetto al 2010, quando il New Start venne sottoscritto.

Il New Start sottoscritto nove anni fa a Praga dai presidenti di Usa e Russia, Obama e Medvedev

Lo Strategic Arms Reduction Treaty, infatti rimane al momento l'ultimo degli accordi internazionali sui missili nucleari intercontinentali, bombardieri strategici pesanti, sottomarini nucleari lanciamissili. Il Trattato New Start, firmato nove anni fa a Praga dagli allora presidenti Obama e Medvedev, limita il numero delle testate nucleari a 1550.

Il recente ritiro di Washington dal trattato Inf (Intermediate Range Nuclear Forces, missili a medio raggio) che aveva portato di conseguenza Mosca ad adottare la stessa decisone, non preoccupa particolarmente il diplomatico Usa che non crede ad una nuova corsa agli armamenti “vista l'attenzione che il presidente Trump rivolge proprio al controllo di questo settore”.

Correlati:

Disarmo e stabilità strategica, "Russia e Usa obbligati a dialogare" - Jon Huntsman
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik