Widgets Magazine
09:04 13 Novembre 2019
Premier canadese Justin Trudeau

Trudeau "dipinto di nero": "Chiedo scusa a tutti". Il suo avversario Singh: "Lo incontrerò"

© REUTERS / Chris Wattie
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Sembra veramente dispiaciuto il Pirmo ministro canadese di cui il Time pubblicò giorni fa una foto giovanile in cui si era dipinto la faccia di nero ad un party. E tra un mese dovrà affrontare la campagna elettorale per la Camera dei Comuni.

Il Primo ministro canadese, Justin Trudeau ha ribadito ancora una volta di essere dispiaciuto per quella vecchia foto che lo ritrae in maschera, col volto dipinto di nero e una specie di turbante in testa. E ora vuole chiedere scusa direttamente proprio al suo “rivale” politico, Jagmeet Singh, leader del New Democratic Party che aveva dichiarato tutta la sua riprovazione per quel travestimento.

“Voglio scusarmi con lui personalmente proprio come mi sono scusato con tutti i canadesi che hanno sofferto discriminazioni e intolleranza per una vita intera, in una maniera che tanti di noi neppure immaginano”, ha detto Trudeau.

Il suo accusatore si è detto disposto ad incontrarlo

Singh, di origine indiana sikh, si è detto comunque disposto ad incontrare privatamente il Primo ministro canadese e, a domanda specifica, ha rifiutato di rivelare cosa gli dirà. Sulla vicenda, pubblicata dal Time magazine, foto “incriminata” compresa, lo stesso periodico statunitense aveva scovato addirittura tre foto in cui Trudeau si sarebbe “mascherato da nero”.

La giustificazione del capo del governo era stata che l'aveva fatto per partecipare ad un talent dove lui aveva cantato una canzone folk giamaicana. “Non avrei dovuto farlo – si è scusato ancora Trudeau – non considerai all'epoca che quello potesse essere un comportamento razzista. Ora lo so”.

Noto a livello internazionale per le sue battaglie a favore delle diversità e dell'accoglienza, Trudeau lo scorso luglio se l'era presa anche con Trump definendolo “preoccupante e inaccettabile” aggiungendo che “i suoi comportamenti noi non li adotteremo mai, qui in Canada”.

Ora su quella vicenda, il presidente americano gli ha mandato a dire: “Justin, da te non me l'aspettavo”. Lo scandalo arriva peraltro in un momento cruciale, per il Primo ministro: le elezioni federali del 21 ottobre prossimo per il rinnovo della Camera dei Comuni. Trudeau, che è anche il leader dei liberali canadesi, avrà come avversario politico proprio Jagmeet Singh, rappresentante del partito di sinistra.

Correlati:

Venezuela, Trudeau: da Canada 53 mln di dollari in aiuti umanitari
Trudeau contro la condanna a morte in Cina
Tags:
Justin Trudeau, Canada
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik