02:28 20 Novembre 2019
Apple

USA approvano esenzione di Apple dai dazi contro la Cina

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
205
Seguici su

L'ufficio vendite degli Stati Uniti ha approvato la richiesta di Apple di un'esenzione dai nuovi dazi sulle merci provenienti dalla Cina per l'acquisto di componenti per i computer MacPro, nonostante Donald Trump si sia opposto, secondo quanto riportato da Bloomberg citando una dichiarazione dell'agenzia.

A luglio, Trump ha dichiarato che non avrebbe fatto eccezioni per i prodotti Apple che montano parti fabbricate in Cina. Ha osservato che la società avrebbe potuto evitare perdite se avesse trasferito completamente la sua produzione negli Stati Uniti. In seguito ha detto ai giornalisti che stava aspettando l'annuncio dei piani di Apple per costruire un nuovo impianto in Texas.

Secondo una dichiarazione del Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti, sono state approvate 10 delle 15 richieste di Apple per delle esenzioni dal pagamento del 25% dei dazi su alcune merci dalla Cina. In particolare, le esenzioni riguardano componenti esterni, mouse, trackpad e alcuni elementi interni chiave per MacPro. Le restanti richieste dell'azienda sono in esame.

La missione commerciale ha affermato che la decisione ha tenuto conto della possibilità di fabbricare questi componenti al di fuori della Cina, se sono strategicamente importanti o collegati ai programmi industriali cinesi e se i dazi avrebbero potuto causare gravi danni economici alla società o agli interessi degli Stati Uniti.

Apple Inc. ha iniziato a costruire i computer MacPro in Cina nove anni fa. Prima di questo, la società americana li produceva negli Stati Uniti. È la Quanta Computer Inc a ricevere ordini per la produzione di MacPro in Cina.

La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina

La guerra commerciale in corso tra Stati Uniti e Cina è ora focalizzata sull'attenzione dell'intera comunità mondiale. Il prossimo round di negoziati commerciali tra i paesi è previsto per l'inizio di ottobre. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ritiene che la Cina non abbia altra scelta che negoziare con Washington. Insiste sul fatto che Pechino sia interessata davvero a raggiungere un accordo il più presto possibile, dal momento che l'economia cinese sta subendo gravi perdite, mentre l'americano, al contrario, ne beneficia solo.

L'ultimo round si è tenuto a Shanghai il 31 luglio. Le parti non hanno fatto progressi e lo scontro commerciale è solo peggiorato. Nuovi dazi reciproci tra gli Stati Uniti e la Cina sono entrati in vigore il 1° settembre, gli Stati Uniti hanno aumentato i dazi del 15% per un altro gruppo di merci dalla Cina per un importo di 300 miliardi di dollari. La parte cinese ha anche risposto aumentando le tasse, protestando contro Washington e avviando un procedimento presso l'OMC.

Correlati:

Apple e Samsung citati in giudizio per “rischio di cancro” causa radiazione di cellulari
USA preparano indagine antitrust contro Amazon, Apple, Facebook e Google
Siri di Apple ascolta le persone che fanno sesso e parlano con i medici
Tags:
guerra commerciale, Cina, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik