Widgets Magazine
23:46 23 Ottobre 2019
BabyBambino neonato

Troppi bambini nati con deformità – indagine in Germania

CC0
Mondo
URL abbreviato
105
Seguici su

Casi troppo simili, troppo vicini e troppo concomitanti. Tre bambini nati con arti non correttamente sviluppati nello stesso ospedale tedesco. Una coincidenza troppo strana per non scatenare i più tremendi sospetti e non mettere in modo le indagini delle autorità.

Tre bambini sono nati con i palmi e le dita delle mani non sviluppati tra giugno e settembre 2019 all'ospedale St Mary di Gelsenkirchen, vicino a Dortmund.

"Non vedevamo deformazioni di questo tipo da molti anni”, ha dichiarato l’ospedale. “Le ricorrenze multiple possono essere anche del tutto casuali, tuttavia troviamo il breve lasso di tempo in cui si sono verificati questi tre casi sorprendente”.

L'ospedale ha osservato che non c’erano "somiglianze etniche, culturali o sociali" tra le tre famiglie, ma che vivevano tutte nella stessa località.  Il St. Mary ha anche suggerito che tali menomazioni potrebbero essere state causate dal cordone ombelicale o dalle fibre del sacco amniotico che si avvolgono attorno ad un arto del feto, fenomeno noto come ‘sindrome dell’anello di costrizione’.

Sonja Ligget-Igelmund, l'ostetrica che per prima ha portato alla luce i casi dopo averne sentito parlare in alcuni forum online, ha detto a Süddeutsche Zeitung che da quando ha reso pubbliche le sue scoperte è stata avvisata di almeno altri 30 casi possibili di bambini nati quest'anno con caratteristiche che potrebbero essere simili. Sebbene queste ulteriori dichiarazioni non siano state ancora verificate dalle autorità, il Nord Reno-Westfalia ha dichiarato alla CNN che sta prendendo "molto seriamente" i rapporti e intende contattare tutti i centri medici della regione per stabilire se siano state riscontrate deformità simili a quelle registrate a Gelsenkirchen.

La Germania non dispone di un registro per tali difetti congeniti o aborti spontanei, il che rende difficile per le autorità stabilire un modello più ampio. La dott.ssa Ligget-Igelmund ha dichiarato ad un giornale locale di temere che la mancanza di un registro nazionale potrebbe significare che altri casi simili possano essere passati inosservati:

"Poiché le malformazioni nei neonati non vengono segnalate centralmente dagli ospedali e nessuna clinica è a conoscenza delle casistiche dell’altra, attualmente non sono chiare le dimensioni esatte del fenomeno”, ha detto.

Casi simili in Francia

Coincidenze simili, e altrettanto sospette, si erano verificate in Francia dell’ottobre dell’anno scorso quando il ministero della salute aveva scoperto che otto bambini erano nati senza mani o braccia in tre regioni rurali. Tra il 2000 e il 2014 si erano contati in tutto solo 18 casi simili e la strana concomitanza aveva provocato una indagine. Il Ministro francese della salute dichiarò in proposito:

“Potrebbe essere un fattore ambientale. Forse è dovuto a ciò che queste donne hanno mangiato, bevuto o inspirato. "

Il caso talidomide e dei bambini focomelici di sessanta anni fa

Le origini delle attuali menomazioni rimangono ignote ma in passato sono stati accertati casi non solo legati alla genetica ma anche all’uso di determinati farmaci e all’esposizione di agenti inquinanti e sostanze chimiche. Molti ricorderanno e non potranno che associare l’evento di Gelsenkirchen al famoso scandalo della talidomide, il farmaco che nel secondo dopoguerra molte donne europee in gravidanza assunsero per ridurre le nausee. Quel farmaco venne ritirato nel 1961 ma dopo aver causato la nascita di oltre dodicimila bambini focomelici, cioè con uno sviluppo degli arti superiori o inferiori parziale o incompleto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik