15:26 13 Novembre 2019
Il presidente iraniano Hassan Rouhani

L'attacco di Houthi alle raffinerie era "un avvertimento" all'Arabia Saudita - Rouhani

© REUTERS / President.ir
Mondo
URL abbreviato
4336
Seguici su

Il presidente dell'Iran Hassan Rouhani ha definito l'attacco alle raffinerie Aramco di sabato scorso "un avvertimento" all'Arabia Saudita di interrompere la guerra in Yemen.

Hassan Rouhani, il presidente dell'Iran, è intervenuto sulla questione dei recenti attacchi portati dalle milizie yemenite Houthi agli impianti di raffinazione petrolifera della compagnia saudita Aramco.

Per Rouhani, come riporta l'agenzia iraniana ISNA, l'accaduto sarebbe da intendere come "un avvertimento" per Riad di interrompere le operazioni belliche in Yemen, dove la guerra civile va avanti ormai dal 2015.

Il presidente iraniano ha poi spiegato che Teheran non ha intenzione di creare scompiglio nel Medio Oriente, negando qualsiasi coinvolgimento del suo Paese nell'organizzazione dell'attacco alle raffinerie.

A Rouhani ha fatto eco il ministro della Difesa iraniano, che ha escluso la possibilità che l'Iran possa aver supportato i ribelli Houthi nell'azione contro le strutture Aramco.

"Mi pare ovvio che si sia trattato di uno scontro diretto tra due Paesi. Lo Yemen era uno di essi, lo hanno confermato loro stessi", ha dichiarato il ministro.

Nelle scorse ore il dipartimento della Difesa saudita ha fatto sapere che presto presenterà le prove del coinvolgimento diretto di Teheran nell'organizzazione degli attacchi con i droni avvenuti sabato scorso e che hanno causato la perdita della metà della produzione di greggio dell'Arabia Saudita.

Anche gli USA, nella persona del presidente Donald Trump, hanno fatto sapere di ritenere l'Iran coresponsabile di quanto avvenuto, dichiarandosi "più pronti che mai" ad un conflitto militare, pur volendo evitarlo.

Nella mattinata di oggi, inoltre, il regno saudita ha comunicato di essere entrato a far parte dell'Alleanza Marittima Internazionale guidata da Washington e che ha l'obiettivo di mantenere la sicurezza del traffico navale nello stretto di Hormuz.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik