Widgets Magazine
01:09 22 Ottobre 2019
Un viaggio nel tempo

Come in un film: dopo trauma si risveglia ogni mattina pensando che sia l’11 giugno

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
0 16
Seguici su

Negli ultimi tre mesi, Riley Horner, una ragazza dell'Illinois, si è svegliata ogni mattina pensando che fosse l'11 giugno. A peggiorare le cose, la sua memoria si resetta in media ogni due ore e non riesce a registrare nuovi ricordi dal giorno dell’incidente.

E’ stata lei stessa a dichiarare agli intervistatori il problema da cui è affetta, prima di resettare e dimenticare anche la sua stessa intervista:

“Non riesco a memorizzare nuovi ricordi, sono spaventata. La gente non mi capisce, è come in un film”

Forse come Bill Murray in ‘Ricomincio da capo’ (Groundhog Day), oppure Drew Barrymore in ’50 volte il primo bacio’, ma anche ‘Memento’, il claustrofobico film di Christopher Nolan del 2001, oppure il fantascientifico e più recente ‘Edge of tomorrow’ con Tom Cruise. Certo non deve essere un film facile da vivere da protagonista.

I problemi di Riley sono iniziati dopo aver ricevuto accidentalmente un colpo in testa da un adolescente come lei, che si era messo a fare ‘crowd surfing’ (camminare sopra la folla) durante un concerto. Era stata portata in ospedale ma non sembrava grave: i medici le avevano diagnosticato una commozione cerebrale, tanto che era stata dimessa dopo poco e rimandata a casa con l'ausilio delle stampelle.

Le analisi non avevano rivelato emorragie interne o rigonfiamenti sospetti, riconducibili all'insorgenza di un tumore. Ben presto però la famiglia ha iniziato a notare qualcosa di molto strano – a parte preoccupanti fenomeni di convulsioni, circa uno a settimana - i ricordi della ragazza risultavano fermi al giorno dell’incidente e non riusciva a memorizzare più nulla di nuovo.

“Non sto memorizzando ricordi e sono proprio spaventata", ha detto Riley ad un'emittente locale, "le persone non capiscono. È come un film. Non ricordo neppure come sia iniziata questa intervista. Ho un calendario sulla mia porta, lo guardo ed è settembre ... Whoa ...sono molto confusa”.

I sintomi di Riley hanno sconcertato i medici perché proprio non riescono a capire da cosa dipenda il problema né, tanto meno, hanno idea di come poterlo risolvere. La madre dell'adolescente, anche lei intervistata dalla stessa emittente, ha dichiarato che inizialmente i medici le avevano detto che la memoria della figlia sarebbe dovuta tornare col tempo ma, oramai, passati tre mesi, la situazione è diventata veramente preoccupante e la donna inizia a temere che il danno sia irreversibile anche perché gli stessi specialisti sembra che si stiano arrendendo.

​La ragazza ha avuto serie difficoltà a gestire le sua nuova condizione, in cui persino le cose più semplici possono diventare estremamente complicate: Riley è costretta a prendere e portare sempre con sé appunti dettagliati su qualsiasi cosa le accade durante la giornata perché la sua memoria cancella tutte le nuove informazioni che si accumulano dal giorno dell’incidente in poi.

Tutto ciò che Riley ha vissuto dall’11 giugno in poi viene cancellato, azzerato in media ogni due ore: non riesce a ricordare neppure eventi tragici come la morte dello zio.

"Mio fratello è morto la scorsa settimana e probabilmente non ne ha idea", ha detto la madre di Riley, Sarah, che ha poi aggiunto disperata:

"Siamo costretti a ripeterglielo ogni giorno e per lei è sempre un nuovo dramma. Abbiamo bisogno di qualcuno che ne sappia un po' di più di questo tipo di traumi perché lei merita di meglio. Riley sarebbe voluta diventare un medico ma in queste condizioni non potrà più nemmeno avere un lavoro qualsiasi".

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik