Widgets Magazine
09:05 21 Ottobre 2019
Motovedetta della guardia costiera russa

Tre guardie di frontiera russe ferite da bracconieri nordcoreani nel mar del Giappone

© Sputnik . Vitaliy Ankov
Mondo
URL abbreviato
2114
Seguici su

L'equipaggio di una nave nordcoreana ha attaccato delle guardie di frontiera russe impegnate in un'operazione anti-bracconieri. Lo confermano fonti del Servizio Federale di Sicurezza russo, l’FSB.

Come riporta Russia Today, il Servizio di sicurezza federale russo, l'FSB ha affermato che la guardia costiera aveva arrestato una nave nordcoreana e il suo equipaggio, che stava pescando pesce nelle acque facenti parte di una zona economica esclusiva della Russia, ma i marinai a bordo di un'altra nave hanno opposto resistenza, ferendo tre guardie. Oltre alle due navi, nello stesso specchio di mare vicino alla cresta di Kito Yamato, erano presenti anche 11 motoscafi.

"Una nave nordcoreana con 21 membri dell'equipaggio è stata trattenuta. L'equipaggio dell'altra nave (più di 45 persone) ha attaccato con armi i membri del gruppo di pattuglia della nave di servizio di frontiera. Tre guardie hanno ricevuto ferite di varia gravità", si legge nel comunicato rilasciato dall'FSB.

La reazione della Russia

Nel tardo pomeriggio di martedì l’incaricato d’affari nordcoreano in Russia, Jing Jeong Hep, è stato convocato nella sede del Ministero degli Esteri russo, a Mosca, per spiegazioni in merito al fermo dei bracconieri nordcoreani ed al ferimento delle guardie di frontiera russe.

“Oggi, l’incaricato d’affari della DPRK nella Federazione Russa sarà convocato presso il Ministero degli Esteri russo in merito alla situazione riguardante il fermo di golette nordcoreane impegnati in azioni di bracconaggio nelle acque della Zona Economica Esclusiva russa", ha comunicayo il Ministero degli Esteri russo.

Tags:
Guardia Costiera, Corea del Nord, bracconaggio, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik