06:04 10 Dicembre 2019

Docente universitario norvegese pubblica libro su "Islam femminista"

© REUTERS / Baz Ratner
Mondo
URL abbreviato
229
Seguici su

Un professore associato dell’università di Stavanger ha affermato che l’Islam e il femminismo non sono solo compatibili ma che in realtà “condividono una forte affiliazione storica”.

La studiosa di religione e professore associato norvegese dell'università di Stavanger Marianne Hafnor Boe ha scioccato il pubblico presentando in un libro sul tema delle “interpretazioni femministe dell’Islam”.

Il libro cerca di presentare una prospettiva femminista dell'Islam e sulle sue scritture, evidenziando "sia le tendenze storiche che le attuali tendenze del femminismo nell'Islam che emergono in modi diversi e in vari luoghi come Iran, Marocco, Arabia Saudita, Malesia, Stati Uniti, e la Norvegia". 

Il "femminismo nell'Islam" si occupa delle relazioni tra i sessi, della leadership femminile e delle questioni relative alla sessualità femminile.

Come dichiarato dalla stessa Bøe, ha lavorato indirettamente su questi argomenti per molti anni. Per rispondere alle molte domande dei lettori e degli studenti ha deciso che c'era bisogno di presentare un libro introduttivo che mettesse in evidenza le interpretazioni femministe del Corano e dell'Islam.

“Le persone semplicemente non hanno molta familiarità con l'Islam, nonostante decenni d'immigrazione e scambi culturali. La conoscenza qui in Norvegia è limitata al bagaglio culturale che proviene dalla maggior parte dei paesi musulmani, e non tanto alla religione e alla teologia stessa”, ha detto Bøe in un comunicato stampa. Secondo lei, molte delle idee femministe sono più vicine alla religione stessa del cosiddetto “pensiero musulmano secolare”.

Secondo Bøe, mentre l'Islam è noto per le abitudini discriminatorie di genere, la sua pratica religiosa contiene una “miriade di variazioni”.

“La pratica e la teologia religiose islamiche possono essere interpretate per giustificare sia la discriminazione di genere che l'uguaglianza di genere. Troviamo esempi di entrambi”, ha spiegato Bøe.

Per sua stessa ammissione, l'obiettivo è quello di riflettere la diversità dell'Islam che include varie forme di femminismo e uguaglianza di genere.

Marianne Hafnor Bøe è professore associato di Studi religiosi all'Università di Stavanger e ha scritto articoli di ricerca sulle “relazioni interpersonali halal” tra giovani musulmani norvegesi, sull’attivismo femminile in Iran e Sudan e sugli approcci femministi alla Sharia. Il suo libro "Feminsm and Islam" verrà pubblicato a ottobre.

A favore della parità di genere, ma sotto la sharia

Secondo uno studio del 2017, l'Islam ha 1,8 miliardi di seguaci, o quasi un quarto della popolazione mondiale. La stessa comunità islamica della Norvegia è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi decenni e si stima che rappresenti il ​​5,7 per cento della popolazione del paese di 5,2 milioni di abitanti.

In un sondaggio condotto nel 2017 il 97% dei musulmani norvegesi ha dichiarato di essere pienamente a favore della parità di genere. Allo stesso tempo però, quasi un terzo degli intervistati ha affermato che era importante rispettare la sharia, il che ha lasciato perplessi gli analisti.

Correlati:

Regno Unito, vaccini anti-Islam contestati dai musulmani
Arabia Saudita, saranno rilasciate le femministe arrestate
Femministe versano acqua con candeggina contro uomini in metro di San Pietroburgo (VIDEO)
Tags:
islam, Islam
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik