Widgets Magazine
07:43 22 Settembre 2019
L'attentato terroristico dell'11 settembre a New York

E l’11/9 Trump disse: “Adesso la torre più alta è tornata la mia”. Sì, ma...

© AP Photo / Diane Bondareff
Mondo
URL abbreviato
0 37
Seguici su

Un video tweet di venti secondi su di un commento di Trump a caldo dopo la tragedia delle Torri Gemelle, pubblicato l’11 settembre dell’anno scorso, in un solo anno ha raccolto più di 16 milioni di visualizzazioni. Il video originale, di ben 10 minuti e pubblicato dalla Fox news due anni prima, di visualizzaioni solo 700 mila. Motivo?

Semplice, il tweet di 20 secondi è una decontestualizzazione della pubblicazione di 10 minuti. Nell’intervento originale, Donald Trump telefonava ad una emittente locale, la WWOR/UPN 9 News, per rispondere alle domande degli intervistatori e rilasciare la sua opinione sull’accaduto. Nel corso dell’intervista televisiva, nella quale vanno in onda immagini della tragedia e si sente l’audio di Trump al telefono, il tycoon parla da testimone di quello che egli stesso aveva potuto vedere dal suo grattacielo. Spiega il suo stupore e di come non riesca a capacitarsi di un tale evento e del fatto che sia tutto crollato, mostrando per altro il dovuto contegno e compianto.

Ad un certo punto gli chiedono se il suo grattacielo avesse subito danni e a quel punto lui si lascia sfuggire che al suo non è successo niente e che:

“...era il più alto a Manhattan prima che costruissero le Torri, dopo è diventato il secondo, ora è tornato ad essere il più alto”.

La solita caduta di stile alla quale poi da Presidente ci ha abituati. Ma il commento, nella versione originale e contestualizzato, a nessuno era mai apparso irriverente tanto che per lunghi anni nessuno lo aveva notato. Tra l’altro l’intervista continua altri 8 minuti con Trump che si dichiara e dimostra assolutamente colpito dalla tragedia.

Poi, alla domanda "cosa dovremmo fare ora", risponde: “non dovremmo mai dimenticare e dovremmo sempre ricordarci di questo skyline così cambiato”.

In ultimo fa riferimento dichiarandosi inorridito dai tanti morti, dalle persone che ha visto lanciarsi e fa un’annotazione che, quella sì, non si spiega come mai non sia diventata virale: si chiede come siano potute crollare completamente due strutture così solide per via di semplici impatti aerei. Arriva addirittura ad ipotizzare che gli aerei contenessero ben più che solo carburante a bordo.

Sedici anni dopo, è bastato estrapolare i venti secondi in cui si lasciava sfuggire una frase equivoca e pubblicare il video tweet commentandolo nel seguente modo:

L’11 settembre, poche ore dopo la caduta delle torri, Donald Trump telefonò ad una stazione televisiva locale per vantarsi che il suo edificio era ora "il più alto" a Lower Manhattan

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik