Widgets Magazine
22:20 20 Settembre 2019
Attivisti francesi con i ritratti di Macron

Furto ritratti di Macron, processo contro ambientalisti in Francia

© AFP 2019 / Georges Gobet
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Gli attivisti che hanno sottratto i ritratti del presidente francese da alcuni edifici pubblici in segno di protesta contro il cambiamento climatico ora rischiano grosso.

Otto degli attivisti che lo scorso febbraio avevano sottratto i ritratti di Macron per denunciare l'indifferenza del governo francese rispetto alla crisi ecologica mondiale ora rischiano di finire in carcere.

Contro le 8 persone, di età compresa tra i 23 e i 36 anni, era stata sporta denuncia per furto.

Il processo a loro carico avrà inizio questo mercoledì a Parigi e gli accusati dovranno ora cercare di dimostrare che il loro gesto portare in strada i ritratti del presidente francese Emmanuel Macron a febbraio aveva un significato ben più profondo. La manifestazione era stata organizzata dal movimento 'Buttiamo giù Macron'.

L'associazione responsabile dell'evento, la Action Non Violente-COP21, ha comunicato che i suoi attivisti hanno sottratto un totale di 128 ritratti in tutta la Francia e che ben 57 attivisti in tutto il Paese rischiano di subire un processo per furto, con pene che possono raggiungere anche i 5 anni di detenzione.

Gli attivisti si erano fatti notare anche durante l'ultimo G7 di Biarritz, quando a Bayonne avevano organizzato la cosiddetta "marcia dei ritratti", scendendo in piazza con le 128 raffigurazioni di Macron, questa volta capovolte, per manifestare ancora in favore dell'ambiente ed in particolare per denunciare gli incendi in Amazzonia.

Anche in quell'occasione, tuttavia, i manifestanti erano stati dispersi con la polizia costretta a ricorrere a cannoni d'acqua e lacrimogeni.

Il leader della sinistra francese Jean-Luc Mélenchon in questi giorni ha voluto esprimere tramite Twitter il proprio sostegno agli attivisti:

"Solidarietà alle persone che hanno portato in piazza i ritratti del monarca presidenziale. La Francia sta sprofondando nella brutalità giudiziara del potere", ha twittato Mélenchon.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik