16:17 15 Novembre 2019
Donald Trump

Squilli di tromba: ecco la lista di tutti i... licenziati da Donald Trump

© REUTERS / Jonathan Ernst
Mondo
URL abbreviato
Di
3161
Seguici su

Il licenziamento o, come si dice oggi, la consegna delle dimissioni da parte del Consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca John Bolton, non sono altro che l'ultima di una lunghissima serie di ‘dipartite’, più o meno volontarie, dall’Amministrazione presidenziale più rimuginata della Storia americana. Proviamo a fare una lista?

Solo a marzo dello scorso anno, secondo la lista stilata da Laura Melissari per TPInews, il numero di alti collaboratori che avrebbero sentito dirsi “you’re fired” alla Casa Bianca sarebbe stata di ben 25 persone. Poi per la verità pare ci sia stato un lungo periodo di tregua dopo la fine dell’estate scorsa ma, dopo le ultime nuove eclatanti defezioni, oramai pare proprio che siamo arrivati a superare la quarantina di nominativi.

Proviamo quindi a fare una lista in ordine temporale di defezione con le seguenti avvertenze: 1 - Il giorno di inizio mandato del Presidente Trump e della sua amministrazione è il 20 gennaio, quindi dove non indicato si intende che il funzionario aveva iniziato il suo lavoro in quella data; 2 - Per licenziato/licenziata intendiamo sia dimissioni spontanee, impedimenti, rinuncia, prepensionamento che provvedimenti diretti del Presidente, della sua Amministrazione o di chi per lui/loro gestisca di fatto il potere negli Stati Uniti, non conoscendo noi tutti i retroscena dei fatti.

  • Michael Flynn - Consigliere per la Sicurezza nazionale: licenziato il 13 febbraio 2017;
  • Katie Walsh - Vice capo dello staff: licenziata il 30 marzo 2017;
  • KT McFarland - Vice consigliere per la Sicurezza nazionale: licenziato il 9 aprile 2017;
  • Angella Reid - Capo usciere: dal 4 ottobre 2011, licenziata il 5 maggio 2017;
  • James Comey - Direttore dell'FBI: dal 4 settembre 2013, licenziato il 9 maggio 2017;
  • Michael Dubke - Direttore delle Comunicazioni: dal 6 marzo 2017 (prendendo il posto di Sean Spicer che poi riprenderà il suo posto per riperderlo nuovamente successivamente), licenziato il 2 giugno 2017;
  • Sean Spicer - Direttore delle Comunicazioni: dal 2 giugno 2017, licenziato il 21 luglio 2017;
  • Reince Priebus - Capo dello staff: licenziato il 23 luglio 2017;
  • Anthony Scaramucci - Direttore delle Comunicazioni: dal 21 luglio 2017 (succeduto a Sean Spicer), licenziato a sua volta il 31 luglio 2017 (10 giorni in carica);
  • Walter Shaub - Direttore dell'ufficio di etica governativa: dal 9 gennaio 2013, licenziato il 19 luglio 2017;
  • Steve Bannon - Capo stratega: licenziato il 18 agosto 2017;
  • Sebastian Gorka - Vice assistente del Presidente: licenziato il 25 agosto 2017;
  • Tom Price - Segretario per i Servizi sanitari e umani: dal 10 febbraio 2017, licenziato il 29 settembre 2017;
  • Omarosa Manigault Newman - Assistente del Presidente e Direttrice delle Comunicazioni per l'ufficio di collegamento pubblico: licenziata il 13 dicembre 2017;
  • Dina Powell - Vice consigliere per la Sicurezza nazionale: licenziata il 12 gennaio 2018;
  • Andrew McCabe - Vicedirettore dell'FBI: dal 1 febbraio 2016, licenziato il 29 gennaio 2018;
  • Rob Porter - Segretario del Personale: licenziato il 7 febbraio 2018;
  • Josh Raffel - funzionario senior per le Comunicazioni: dal 5 aprile 2017, licenziato il 27 febbraio 2018;
  • John McEntee - aiutante personale del Presidente: licenziato il 12 marzo 2018;
  • Rex Tillerson - Segretario di Stato: licenziato il 13 marzo 2018;
  • HR McMaster - Consigliere per la Sicurezza nazionale: dal 20 febbraio 2017, licenziato il 22 marzo 2018;
  • David Sulking - Segretario agli Affari dei veterani: dal 13 febbraio 2017, licenziato il 28 marzo 2018;
  • Hope Hicks - Direttore delle Comunicazioni: dal 16 agosto 2017 (succeduto a Anthony Scaramucci che era succeduto a...), licenziato il 29 marzo 2018;
  • Gary Cohn - Direttore del Consiglio economico nazionale: licenziato il 2 aprile 2018;
  • Michael Anton - portavoce del Consiglio di Sicurezza nazionale: dall'8 febbraio 2017, licenziato l'8 aprile 2018;
  • Tom Bossert - Consigliere per la Sicurezza nazionale: licenziato il 10 aprile 2018;
  • Scott Pruitt - Amministratore EPA (Agenzia per l’ambiente): dal 17 febbraio 2017, licenziato il 5 luglio 2018;
  • Jeff Sessions - Procuratore Generale: dal 9 febbraio 2017, licenziato il 7 novembre 2018;
  • Mira Ricardel - Vice Consigliere per la Sicurezza nazionale: dal 15 maggio 2018, licenziata il 14 novembre 2018;
  • Nikki Haley - Ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite: dal 24 gennaio 2017, licenziata a dicembre 2018;
  • John Kelly - Capo dello staff: dal 31 luglio 2017, licenziato a dicembre 2018;
  • Nick Ayers - Capo dello staff del vice presidente: dal 28 luglio 2017, licenziato a dicembre 2018;
  • Ryan Zinke - Segretario agli Interni: dal 1 marzo 2017, licenziato a dicembre 2018;
  • Raj Shah - Vice segretario stampa e vice assistente del Presidente: licenziato a gennaio 2019;
  • Jim Mattis - Segretario alla Difesa: licenziato a febbraio 2019;
  • Brock Long - Amministratore Fema (Ente federale per la gestione delle emergenze): da giugno 2017, licenziato a febbraio 2019;
  • Bill Shine - Direttore delle comunicazioni: dal 5 luglio 2018 (dopo Hicks che veniva dopo Scaramucci etc...), ha lasciato l'8 marzo 2019;
  • Linda McMahon - Capo dell'amministrazione delle piccole imprese: dal 14 febbraio 2017, licenziata il 29 marzo 2019;
  • Lindsay Walters - Vice segretario stampa: licenziata ad aprile 2019;
  • Scott Gottlieb - Commissario FDA (Food and Drug Administration): da maggio 2017, licenziato ad aprile 2019;
  • Kirstjen Nielsen - Segretario per la Sicurezza interna: dal 6 dicembre 2017, licenziato ad aprile 2019;
  • Herbert Raymond McMaster – Consigliere per la Sicurezza nazionale: dal 13 febbraio 2017 al posto di Michael Flynn, licenziato il 9 aprile 2018;
  • Randolph “Tex” Alles - Direttore dei Servizi segreti statunitensi: dal 25 aprile 2017, licenziato il 1 maggio 2019;
  • Rod Rosenstein - Vice procuratore generale: dal 26 aprile 2017, licenziato  l'11 maggio 2019;
  • Sarah Huckabee Sanders - Segretaria stampa della Casa Bianca, ex vice segretaria stampa: licenziata a  fine giugno 2019;
  • John Bolton - Consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca: dal 9 aprile 2018 (dopo H.R. McMaster che veniva dopo Flynn), dimesso il 10 settembre 2019.

Cosa aggiungere a tutto questo? Niente, solo tanti auguri a Stephanie Grisham che a luglio ha preso il posto di Bill Shine, che a luglio dell’anno prima aveva preso il posto di Hope Hicks che nell’agosto dell’anno ancora prima aveva preso il posto di Anthony Scaramucci che era durato solo 10 giorni e che aveva preso il posto di Sean Spicer che era succeduto a Mike Dubke che aveva lavorato 88 giorni prima di ridare il posto allo stesso Sean Spicer.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik