Widgets Magazine
07:34 22 Settembre 2019
Yak-50 in azione durante salonte MAKS-2019 a Mosca

Yak-55 contro Su-26, chi vince la gara di acrobazie aeree? – Video

© Sputnik . Vladimir Astapkovich
Mondo
URL abbreviato
Di
0 140
Seguici su

Si è tenuta nel fine settimana nei cieli tra le regioni di Mosca, Kaluga e Tula l’ennesima sfida di volo acrobatico tra Yak-55 e Su-26. Chi ha vinto questa volta?

Il volo acrobatico è uno spettacolo piuttosto popolare in Russia. Per quanto possa sembrare qualcosa di un pò inusuale per noi, in realtà questi raduni ricordano molto da vicino le nostre sagre paesane. Musica a diffusione, annunciatore, grigliate e passeggiata in famiglia. Oltre alle tante manifestazioni ed esibizioni sparse nella Federazione, esiste anche un vero e proprio campionato nazionale di volo acrobatico che tutti gli anni si tiene in estate. Una delle tappe di questo campionato ufficiale si è tenuta lo scorso fine settimana nel parco Drakino sul fiume Okà, nel punto in cui le regioni di Mosca, Kaluga e Tula si intersecano. Come al solito i protagonisti principali sono stati gli Yak-55 e i Su-26, velivoli acrobatici per eccellenza dell’aviazione russa.

Lo Yak-55

Lo Yakovlev Yak-55 è un velivolo acrobatico monoposto sviluppato presso la Yakovlev nel 1979. L'aeromobile è progettato specificatamente per il pilotaggio e le competizioni acrobatiche sportive.

Yak-55 durante una esibizione in Sud Africa nel 2006
Yak-55 durante una esibizione in Sud Africa nel 2006

Pare che la classe 55 sia nata dopo che la squadra sovietica durante il Campionato mondiale di acrobazie aeree del 1976, dove aveva dominato con gli Yak-50, vincendo la prova individuale, a squadre ed anche tra le donne, rimase molto colpita dalle prestazioni di velivoli stranieri concorrenti in grado di eseguire le stesse manovre degli Yak ma in meno spazio. Tornati in patria, l’ufficio di progettazione della Yakovlev si mise all’opera per progettare la nuova versione che sarebbe stata capace di eguagliare lo stile stretto a bassa velocità dei concorrenti occidentali. La squadra acrobatica sovietica utilizzò in gara per la prima volta lo Yak-55 nel 1984 vincendo il campionato mondiale in quell’anno.

Il Su-26

Il Sukhoi Su-26 è un velivolo acrobatico monoposto sviluppato presso la Sukhoi nel 1983. È il primo modello civile della Sukhoi, specificatamente ideato per il volo acrobatico.

Su-26 in esposizione durante un airshow
Su-26 in esposizione durante un airshow

La squadra acrobatica dell’URSS al campionato del mondo del 1986 in Gran Bretagna si presentò schierando solo Su-26 e vinse il titolo a squadre e la metà di tutte le medaglie messe in palio. Dopo quella competizione da record, il Su-26 divenne famoso in tutto il mondo come uno degli aerei migliori per l’acrobazia sportiva. Successivamente conquistò numerosi altri titoli e campionati. Per le sue qualità e fama il Sukhoi Su-26 è stato anche venduto all’estero per soddisfare le richieste di squadre di acrobatica di Germania, Repubblica Sud-Africana, Australia e persino Regno Unito e USA.

Chi ha vinto?

In realtà la sfida è infinita ed ancora in corso. Ad ogni tappa c’è un punteggio tecnico per la precisione nei passaggi obbligati e poi c’è una esibizione ‘libera’ che chiamano ‘esibizione di alto pilotaggio’ e che non vale per il campionato ma vale tantissimo per il pubblico. Dovendo fare apprezzamenti pare intuitivo, anche a occhio non esperto, che il Su sia più potente, mentre lo Yak sia più maneggevole. Sicuramente l’esibizione più spettacolare vista al Drakino è stata quella dello Yak ma, bisogna anche dire, questo velivolo, oltra alla maneggevolezza del mezzo, aveva dalla sua il fattore umano. A pilotare lo Yak che vedete nel video amatoriale sopra era infatti il campione russo in carica di volo acrobatico.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik