03:16 08 Dicembre 2019
Pioggia di Draconidi

Tempesta di meteore: a ottobre arrivano le Draconidi

CC BY 2.0 / Mike Lewinski
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Una spettacolare pioggia di meteore illuminerà i nostri cieli a ottobre. Ecco tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare impreparati per l'incontro con le Draconidi.

La tempesta delle Draconidi, conosciute anche come Giacobinidi, è prevista tra il 6 e il 10 ottobre e vedrà il suo picco di maggiore attività tra la serata del 7 e l'intera giornata dell'8 ottobre, quando le meteore formeranno nel cielo una vera e propria pioggia di stelle cadenti.

Si tratta di un evento che accade quando il nostro pianeta si trova a passare attraverso l'orbita della Cometa 21P/Giacobini-Zinner, con i suoi detriti che, in seguito alla collisione con la nostra atmosfera, si trasformano nella pioggia di meteore che noi tutti possiamo osservare dalla Terra.

Il radiante (ovvero il punto dal quale sembrano provenire tutte le scie) delle Giacobinidi è collocato nella testa della costellazione del Drago.

In alcuni anni la frequenza di caduta delle stelle cadenti raggiunge dei livelli davvero impressionanti.

Nel 2011, ad esempio, si è raggiunta un'intensità di circa 600 meteore all'ora, mentre sembrerebbe che le piogge delle Draconidi del 1933 e del 1946 ne abbiano prodotte addirittura migliaia ogni ora.

Come fare per godersi lo spettacolo?

Per riuscire a vedere le Draconidi in condizioni ottimali si raccomanda di mettersi a osservare le stelle in orario serale, seppur non troppo tardi, poiché la costellazione del Drago nelle prime ore della sera si trova nel punto più alto e meglio visibile del cielo.

Rispetto alla maggioranza degli altri sciami di meteore, la velocità delle Draconidi è tra le più basse conosciute, rendendo così più facile il loro avvistamento.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik