Widgets Magazine
01:30 12 Novembre 2019
Migranti arrivano all'isola di Lesbo

Grecia, polizia usa lacrimogeni in campo migranti a Lesbo

© Foto : Konstantinos Tsakalidis / SOOC
Mondo
URL abbreviato
2151
Seguici su

Le forze dell’ordine greche hanno utilizzato i gas lacrimogeni per fermare gli scontri tra i clandestini nel campo migranti Moria sull’isola di Lesbo. Lo ha riferito il canale televesivo Ant1.

Come riporta l’emittente, gli scontri hanno avuto luogo nell'affollato campo di Moria, dove si trovano più di 9.000 migranti. La situazione è peggiorata dopo che un gruppo di migranti ha iniziato a colpire un altro con delle pietre. Sul posto sono giunte immediatamente le squadre mobili rinforzate, usando gas lacrimogeni per disperdere i coinvolti nel conflitto.

Secondo le informazioni preliminari, gli scontri sono scoppiati dopo la protesta dei minori non accompagnati arrivati in Grecia. Circa 300 minori che si trovano nel campo di Moria hanno protestato contro le condizioni di soggiorno e hanno chiesto che venissero portati via dal campo dell'isola.

Nei due giorni precedenti le autorità avevano trasferito circa 1.400 migranti e rifugiati dal campo di Moria alla terraferma e li avevano inviati in varie strutture di accoglienza per migranti nella Grecia settentrionale. Ciò alleggerirà leggermente il campo di migranti a Moria, dove vivono quasi quattro volte più persone di quelle che il campo può ospitare.

Il numero di rifugiati a Moria negli ultimi giorni ha raggiunto la quota di 10.000 persone. Di questi, circa 4.500 persone al momento vivono in case, che prevedono il soggiorno di 3.000 ospiti, gli altri risiedono in edifici abbandonati o tende intorno al campo, montate dai clandestini stessi o messe a disposizione da ONG. I migranti contestano le difficili condizioni di vita, comprese le lunghe file per le docce. L'80% di rifugiati in questo campo provengono dall'Afghanistan.

Il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias ha convocato l'ambasciatore turco Burak Ozugergin venerdì e gli ha espresso "l'estrema insoddisfazione della Grecia per l'aumento del flusso di migranti dalla Turchia". Tuttavia, anche dopo il demarche greco, l'arrivo di gruppi di immigrati clandestini dalla costa turca a Lesbo è continuato. Martedì scorso sono stati soccorsi 130 migranti su delle barche gonfiabili vicino alle isole di Chios e Samos. Lo stesso giorno 120 persone, soccorse in mare dall’agenzia europea Frontex, sono state portate nel campo di Moria a Lesbo.

Correlati:

Sicilia: Guardia Costiera salva barchino carico di migranti da naufragio
Affondata barca con 50 migranti a largo delle Isole Canarie
Migranti, sequestrata la nave Mar Jonio
Migranti, nave Eleonore entra al porto di Pozzallo
I migranti di Eleonore in 5 paesi UE e la procura di Ragusa indaga sul comandante
Tags:
Frontex, UE, Migranti, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik