05:11 06 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
218
Seguici su

Nonostante il divieto di manifestare deciso dalle autorità, proseguono le proteste ad Hong Kong, dove i manifestanti hanno cercato di assaltare il parlamento.

La polizia ha fatto uso di lacrimogeni contro i manifestanti, che hanno abbattuto le barriere poste a difesa del Parlamento. Le frange dei dimostranti più violenti, armati di scudi, hanno lanciato molotov e pietre; la polizia ha risposto usando i cannoni ad acqua. E' stato sospeso il trasporto pubblico nei pressi della sede di rappresentanza della Cina.

Sullo sfondo dell'aggravarsi degli scontri tra i manifestanti e le forze dell'ordine, la polizia di Hong Kong ha raccomandato agli abitanti di non uscire da casa se non strettamente necessario e chiudere le finestre.

Dalle ultime notizie che arrivano da Hong Kong, emerge che le forze dell'ordine hanno fatto ricorso diverse volte ai gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti, oltre agli idranti e ai cannoni ad acqua di colore blu, che secondo gli esperti aiutano la polizia a "segnare" i dimostranti.

Le proteste di Hong Kong

Le proteste a Hong Kong sono iniziate nella prima metà di giugno in risposta ai piani dell’amministrazione locale di modificare il progetto di legge che consentirebbe l’estradizione di sospetti criminali in Cina. I manifestanti chiedono in aggiunta le dimissioni della governatrice esecutiva del governo di Hong Kong Carrie Lam e un'inchiesta sulla condotta della polizia durante le proteste.

Pechino ha pubblicamente dichiarato in più di un'occasione che le proteste sono gestite e coordinate dall'estero con la regia degli Stati Uniti.

Tags:
Polizia, Proteste, Manifestazione, Hong Kong, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook