06:09 23 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
4010
Seguici su

L'amministrazione Trump sta sollecitando il Congresso ad aumentare la spesa aerospaziale per permettere agli USA di tornare sulla Luna entro il 2024.

Gli Stati Uniti d'America mettono l'acceleratore per tornare sulla Luna, dopo il primo storico allunaggio dell'Apollo 11 avvenuto il 20 luglio 1969. La NASA ha stimato in circa 7 miliardi di dollari l'aumento del budget necessario a garantire all'agenzia aerospaziale americana di avere i mezzi necessari per portare a compimento l'ambiziosa operazione nel giro di cinque anni

Fonti interne all'agenzia hanno fatto sapere che in queste settimane le alte cariche della NASA stanno facendo pressioni sul Congresso e sul presidente Trump per ottenere l'aumento di fondi richiesto.

La stessa NASA negli ultimi mesi era andata alla ricerca di aziende interessate ad entrare in una joint venture per la sua missione lunare, con alcune compagnie tra cui la Maxar Technologies Inc. e la Astropotic Technology Inc che si erano accaparrate due degli appalti più ricchi. 

"Abbiamo messo la parola fine a decenni di tagli e di declino. Abbiamo rinnovato l'impegno americano verso l'esplorazione dello spazio, facendo voto di continuare ad esplorare l'universo di più e meglio di prima", ha dichiarato il vice presidente USA Mike Pence al congresso del National Space Council il 20 agosto scorso.  

La missione lunare americana prevede attualmente due fasi: atterrare sulla Luna entro il 2024 e stabilire una base permanente sul suolo lunare e nella sua orbita entro il 2028, dalla quale possa essere possibile inviare delle spedizioni anche su Marte.

L'obiettivo è quello di riuscire ad anticipare la Cina, che ha in programma di stabilire una propria base nel Polo Sud della Luna entro il 2039.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook