20:24 03 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Con una sentenza storica della Corte Suprema è stato stabilito che nei moduli di nozze del Bangladesh la parola "vergine" dovrà essere sostituita dalla dicitura "non sposata".

Le donne che decideranno di sposarsi in Bangladesh non saranno più tenute a dichiarare nei moduli prematrimoniali la loro condizione di verginità.

Lo riferisce la BBC. La Corte Suprema del Paese ha deliberato per la sostituzione della parola "vergine" con la dicitura "non sposata", scatenando la soddisfazione dei movimenti per la difesa dei diritti femminili locali e internazionali. 

Proprio i gruppi per la difesa dei diritti delle donne avevano ingaggiato una vera e propria battaglia a partire dal 2014, condannando ripetutamente l'umiliazione alla quale le donne venivano sottoposte dalla procedura di registrazione dei matrimoni, che le costringeva a dichiarare pubblicamente questo dettaglio estremamente privato e personale. 

"È una sentenza fondamentale", ha fatto sapere Aynun Nahar Siddiqua, uno dei legali che avevano dato inizio al caso cinque anni fa.

La nuova legge dovrebbe entrare in vigore a partire del prossimo ottobre, alla pubblicazione ufficiale del verdetto della corte. Il termine "vergine" veniva apposto sui certificati di matrimonio dal 1961, quando il Bangladesh era ancora parte integrante del Pakistan. 

Tags:
Bangladesh
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook