12:56 21 Novembre 2019
Facebook

Ecco Threads, la nuova app di Facebook per spodestare Snapchat

© AP Photo / Ben Margot
Mondo
URL abbreviato
131
Seguici su

La compagnia di Mark Zuckerberg sta lavorando ad una nuova applicazione che sarà in grado di rivaleggiare con Snapchat, potendo godere del bacino di utenza di Instagram.

La nuova app di web messaging consentirà agli utenti, tra le altre funzioni, di condividere la loro posizione, la loro velocità di spostamento e il livello di batteria residuo sia in maniera automatica che manualmente. Il fulcro di Threads dovrebbe però essere il messaging, con servizi che sono già diventati un must in app simili come il poter inviare messaggi di testo, foto e video liberamente manipolabili con i tool già presenti su Instagram.

Il design dovrebbe essere abbastanza classico: i messaggi degli amici appariranno in una schermata centrale, con dei puntini verdi che appariranno ad indicare gli amici che sono online. Attualmente l'applicazione, che condividerà la lista degli amici più stretti con Instagram, sarebbe in fase di beta testing interno tra il personale di Facebook. 

Non è ancora chiaro quando potrebbe avvenire il lancio di Threads né se la compagnia aspetterà la fine dello sviluppo prima di rendere l'applicazione disponibile agli utenti. Quel che è certo è che la strada intrapresa da Facebook sembra essere chiara, con lo stesso Zuckerberg che a marzo aveva dichiarato di vedere il futuro della compagnia nello sviluppo di app all'avanguardia nel settore dell'instant messaging. 

Nei mesi scorsi era già cominciata a circolare la voce che la compagnia americana stesse lavorando a un nuovo progetto, dopo che a maggio erano stati interrotti i lavori su una app autonoma di Direct per la scomodità di dover passare da un'applicazione all'altra per poter mandare un messaggio.

Secondo i vertici di Facebook un'app costruita attorno a delle community di amici stretti potrebbe riscuotere un maggior successo, come dimostrato dalla popolarità di Snapchat. Alcune indagini hanno infatti messo in luce il fatto che l'utente medio di Snapchat passerebbe più tempo utilizzando l'applicazione rispetto a quello impiegato su Instagram. 

A giugno erano state avanzate delle ipotesi secondo le quali Mark Zuckerberg potrebbe aver avuto delle responsabilità con i problemi sui dati personali avuti da Facebook e che hanno portato la compagnia a subire una multa del valore da capogiro di 5 miliardi di dollari.

Nelle scorse settimane Instagram aveva invece annunciato di essersi unita alla lotta contro le fake news, introducendo un sistema che permette agli utenti di segnalare eventuali bufale postate da altri utenti. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik