Widgets Magazine
18:55 19 Settembre 2019
Fiamme a Porto VelhoEmmanuel Macron e Donald Trump dopo una conferenza stampa congiunta

Incendi in Amazzonia, dal G7 promesse di aiuto al Brasile dopo il duello Bolsonaro-Macron

© AFP 2019 / Carl de Souza © Sputnik . Irina Kalashnikova
1 / 2
Mondo
URL abbreviato
G7 a Biarritz (17)
303
Seguici su

Il presidente Donald Trump è intervenuto a sostegno di Bolsonaro, nella polemica scoppiata con il presidente Macron, mentre è in corso il G7 di Biarritz.

Trump ha offerto l'aiuto degli Usa al Brasile, per domare gli incendi in Amazzonia. Lo ha scritto l'inquilino della Casa Bianca con un tweet, in cui spiega di aver parlato al telefono con l'omologo brasiliano. 

Una dichiarazione che arriva in controtendenza con alcuni leader che partecipano al G7. Proprio Emmanuel Macron è arrivati ad un duro botta e risposta con il Brasile sulla questione Amazzonia che, per la sua gravità, è stata inserita nei punti all'ordine del giorno di cui discuteranno i sette grandi riunioni in questi giorni a Biarritz. 

La Casa Bianca ha ribadito il rapporto di amicizia con il presidente Bolsonaro e definito "forti e stimolanti" le relazioni economiche tra Brasile e USA. Anzi, più forti che mai, ha precisato Donald Trump.

​La polemica con Macron

Trump si è schierato a fianco di Bolsonaro, nel vivo di una polemica tra il presidente brasiliano e  Macron, avvenuta a colpi di tweet. Il premier francese, sui social, aveva posto la necessità di discutere di Amazzonia all'interno del vertice dei sette grandi. 

"La nostra casa sta letteralmente bruciando. - aveva scritto - La foresta pluviale amazzonica, il polmone che produce il 20% dell'ossigeno del nostro pianeta, è in fiamme. È una crisi internazionale. Membri del vertice del G7, discutiamo di questo primo ordine di emergenza tra due giorni!".

​L'annuncio non è andato giù al presidente brasiliano, che ha risposto attribuendo alla Francia un atteggiamento colonialista e accusando Macron di strumentalizzare la questione per interessi personali, arrivando a pubblicare foto false per creare sensazionalismo.

"Il governo brasiliano continua ad essere aperto al dialogo, basato su dati oggettivi e sul rispetto mutuale. La proposta del presidente francese, che i problemi della foresta amazzonica siano discussi al G7, senza la partecipazione dei paesi della regione, evoca la una mentalità colonialista fuori luogo nel secolo XXI", aveva scritto. 

Prima del via al G7 macron ha chiuso la polemica, annunciando che i temi dell'inquinamento degli oceani e degli incendi saranno discussi e combattuti con misure concrete.

All'accusa di Bolsonaro Macron ha risposto dicendo che "la Francia è amazzonica, perchè la Guyana francese è amazzonica" ed ha proposto di creare un "partenariato con i paesi dell'Amazzonia per aiutare a spegnere gli incendi che sono in corso, creare un fondo per la riforestazione e permettere agli abitanti locali di svolgere le loro attività nel rispetto della foresta di cui tutti abbiamo bisogno, che è un tesoro per il nostro clima, grazie all'ossigeno che emette ed all'anidrire carbonica che assorbe"

 

L'intervento della Germania

​Nel botta e risposta è intervenuta Angela Merkel, ritenendo "ineccepibile" la considerazione di Macron, secondo il quale "la nostra casa è in fiamme" e ha espresso la volontà di impegnarsi per venire in aiuto del Brasile e degli altri paesi coinvolti nei roghi.

In un'intervista rilasciata al giornale Bild am Sonntag, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha ribadito l'invito tedesco a collaborare all'estinzione degli incendi, ma ha anche menzionato le ripercussioni politiche che l'atteggiamento del Brasile potrebbe avere:

“Nel corso della mia visita in Brasile ho fatto capire che la politica climatica è fondamentale per valutare le prospettive di conclusione di un accordo commerciale con Mercosur. Lo sviluppo sostenibile è un elemento essenziale di questo accordo. Il Brasile si è impegnato a combattere la deforestazione. Gli incendi mostrano nel modo più drammatico quanto sia necessario", ha detto il ministro tedesco.

L'emergenza incendi in Amazzonia ha sollevato numerose critiche nei confronti del presidente brasiliano Jair Bolsonaro e del governo. Le autorità brasiliane sono accusate di non aver prestato sufficiente attenzione alla protezione dell'ambiente. Secondo il presidente, la causa del cataclisma è stata il clima caldo e secco stabilito nella regione. Venerdì  Bolsonaro ha firmato un decreto che stabilische che le forze armate saranno inviate per contrastare gli incendi boschivi in Amazzonia. 

Nella giornata di ieri gli ambientalisti hanno messo in scena una protesta a Milano davanti al Consolato del Brasile per protestare contro l'amministrazione del presidente brasiliano Jair Bolsonaro, accusato di essere responsabili della gestioni dei roghi in Amazzonia.

 

Tema:
G7 a Biarritz (17)
Tags:
Jair Bolsonaro, Donald Trump, Emmanuel Macron, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik