01:51 09 Dicembre 2019
Jim Jordan e David Koch

Morto David Koch, uno degli uomini più ricchi del mondo

© Foto : Gage Skidmore from Peoria, AZ [CC BY-SA 2.0]
Mondo
URL abbreviato
232
Seguici su

L'imprenditore americano ex proprietario di maggioranza della Koch Industries, insieme al fratello Charles una delle persone più ricche del mondo, è morto oggi all’età di 79 anni. Tra affari e politica gli stessi media americani ne annunciano la scomparsa in necrologi che non risparmiano note controverse.

Classificato da Forbes al numero 12 nella classifica degli uomini più ricchi del mondo del 2019, a ‘pari merito’ con il fratello Charles che occupa la posizione 11, David Koch ha esercitato una importante influenza non solo nel mondo dell’economia ma anche in quello della politica.

Secondo la CNN i fratelli Koch avrebbero avuto un ruolo molto attivo e importante in politica, molto inviso ai democratici americani, utilizzando le loro enormi ricchezze per creare una vasta gamma di think tank, fondazioni e gruppi politici al fine di diffondere il loro messaggio liberista. In alcune elezioni la rete Koch aveva rivaleggiato per volume di finanziamenti con l’intero Partito repubblicano e gli analisti ritengono che il loro attivismo abbia contribuito ad alimentare il movimento del Tea Party - movimento politico schierato a difesa del libero mercato e su posizioni conservatrici comunemente classificato nell'area del cosiddetto populismo di destra americano.

David Koch avrebbe costruito una coalizione di oltre 3 milioni di attivisti spingendo questi e impegnando le attività dell’azienda al finanziamento dell’attività politica. Da sempre vicino agli ideali ‘libertarian’, finanziò il Partito Libertario degli Stati Uniti d'America ricoprendo all’interno di questo anche importanti cariche. Alla fine degli anni Settanta decise di scendere in campo in prima persona ma, nonostante una intensa campagna elettorale, alle presidenziali del 1980 raccolse pochissimi voti e nessun grande elettore.

L’era Trump, infine - che Charles Koch rifiutò apertamente di sostenere nel 2016 – ha poi costretto le attività politiche dei Koch a focalizzarsi piuttosto sulla promozione del libero scambio da una parte e le attività umanitarie nei confronti degli immigrati dall’altra.

A giugno, l’Americans for Prosperity (gruppo di difesa politica libertario / conservatore fondato nel 2004 e finanziato dagli stessi fratelli Koch) aveva annunciato quattro nuovi comitati di azione politica e affermato che questi si sarebbero impegnati alle primarie per aiutare i politici in carica, compresi i democratici, che si fossero schierati con Koch per il commercio, il liberismo e l'immigrazione.

I fratelli Koch erano accreditati dalla rivista Forbes che li ha classificati all’11 e 12 posto della sua speciale classifica degli uomini più ricchi del mondo nel 2019, di un patrimonio di 50,5 miliardi di dollari ciascuno. Unendo i due patrimoni i fratelli Koch sarebbero saliti al secondo posto della classifica tra la famiglia Bezos e Bill Gates.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik