11:23 08 Dicembre 2019

Video: il terribile degrado del Titanic

© AP Photo / PA/Files
Mondo
URL abbreviato
182
Seguici su

La società Triton Submarines ha pubblicato le immagini della prima immersione pilotata al Titanic degli ultimi 14 anni. A 107 anni dall'incidente il degrado è sempre più evidente.

Nel rapporto della spedizione si legge che la corrosione e i microrganismi hanno notevolmente danneggiato la carcassa della nave.

“La zona più terribilmente danneggiata è il lato destro delle cabine degli ufficiali, dove si trovava anche la cabina del capitano. In questo posto la carcassa ha cominciato a sfasciarsi insieme alle cabine”, ha raccontato Parks Stephenson, specialista in storia del Titanic.

I ricercatori ritengono che la nave continuerà a disfarsi.

Il direttore del laboratorio dei dispositivi subacquei dell’Istituto di Oceanologia dell’Accademia Russa delle Scienze Anatolij Sagalevich ha raccontato a Sputnik che gli elementi sulla superficie del Titanic prima o poi dovevano andare in rovina.

“Si vedeva perché il degrado avveniva sotto i nostri occhi. Un metallo sottile, comune acciaio nero. I danni sono legittimi perché agiscono i batteri che gradualmente mangiano il metallo. Mentre la struttura resisterà. È resistente, forte, penso che resisterà ancora qualche decennio”, ha detto lo studioso.

Sagalevich ha raccontato di aver effettuato 57 immersioni alla nave e ogni volta ha visto qualcosa di diverso. “I ponti di superficie, la cabina del radiotelegrafista: lì tutto il metallo è marcito. E non c’era da aspettarsi nulla di diverso”, ha aggiunto l’esperto di oceanologia.

I sub hanno studiato i resti del Titanic per otto giorni, effettuando cinque immersioni e realizzando riprese ad alta risoluzione, oltre a un dettagliato modello 3D della nave.

Il transatlantico britannico Titanic, considerato il più grande al mondo, il 14 aprile 1912 si scontrò contro un iceberg durante la sua prima traversata da Southampton a New York e affondò dopo 2 ore e 40 minuti. Nel tragico incidente morirono 1500 persone.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik