Widgets Magazine
21:25 19 Settembre 2019
La bandiera americana

Gli Stati Uniti stanno pensando di abolire lo ‘Ius Soli’

CC BY 2.0 / Randy Heinitz / Flag Flying
Mondo
URL abbreviato
151
Seguici su

Donald Trump ha dichiarato che l'amministrazione americana sta seriamente considerando l’ipotesi di abolire il diritto di ricevere la cittadinanza statunitense per nascita.

"Stiamo prendendo l’idea molto sul serio", ha detto Trump, durante il corso di un'intervista. La questione della cittadinanza per il diritto statunitense è contenuta nel 14° emendamento della Costituzione:

"Tutte le persone nate o naturalizzate negli Stati Uniti, e soggette alla giurisdizione della stessa, sono cittadini degli Stati Uniti e dello Stato in cui risiedono."

Trump aveva già in precedenza accennato alla possibilità di annullare questo emendamento. Secondo il Presidente, il fatto che chiunque dando alla luce un bambino negli Stati Uniti ottenga automaticamente la cittadinanza è ridicolo. Il Presidente insiste affinché a ciò si pongano dei limiti.

Per annullare l'emendamento, aveva detto in un'intervista all’agenzia Axios lo scorso anno, secondo il tycoon sarebbe sufficiente un decreto presidenziale.

Nell'agosto 2015, Trump in un tweet aveva esternato indignazione per il fatto che il 7,5% di tutti i nati negli Stati Uniti sarebbero migranti illegali, di questi oltre 300 mila bambini all'anno.

"Questa cosa deve finire", aveva aggiunto.

Il leader americano esterna queste affermazioni nel quadro di politiche sempre più rigide nei confronti delle migrazioni verso gli Stati Uniti.

Ius Soli

Ius soli (dal latino ‘diritto del suolo’) è un'espressione giuridica che indica l'acquisizione della cittadinanza come conseguenza della nascita sul territorio del Paese, indipendentemente dalla cittadinanza dei genitori. Si contrappone allo ius sanguinis (sempre dal latino, ‘diritto del sangue’), che indica al contrario la trasmissione della cittadinanza per discendenza (dal genitore) e non del luogo di nascita.

Quasi tutti i paesi del continente americano applicano lo ius soli in modo automatico e senza condizioni. In Europa lo ius soli viene applicato da Francia, Germania, Irlanda e Regno Unito ma con importanti limitazioni.

In Italia la cittadinanza per sola nascita nella legislazione attuale si ottiene solo nei casi in cui il bambino nasca su territorio italiano da genitori ignoti, apolidi o che sono impossibilitati a trasmettere la propria cittadinanza per via delle leggi dello Stato di provenienza. Tuttavia in virtù dell'art. 4, comma 2, della Legge 5 febbraio 1992 n. 91, lo straniero nato in Italia e che vi abbia risieduto legalmente senza lunghe interruzioni fino al raggiungimento della maggiore età, può ottenere la cittadinanza dichiarando semplicemente di volerla acquisire entro un anno dal raggiungimento della maggiore età stessa.

Correlati:

Immigrazione, pugno di ferro di Trump: via limite detenzione per famiglie migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik