09:03 21 Novembre 2019
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov

Mosca accusa gli Usa di aver preparato test su missile prima della fine del Trattato Inf

© Sputnik . Ilya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
5110
Seguici su

Gli Stati Uniti si erano preparati a testare il loro nuovo missile molto prima del 2 agosto, data in cui hanno cessato di esistere le disposizioni del Trattato sull'eliminazione dei missili a medio e corto raggio, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"Era stato preparato molto tempo fa, molto prima del 2 agosto, quando gli obblighi legali delle parti scadevano formalmente ai sensi del Trattato Inf", ha dichiarato ai giornalisti il capo della diplomazia russa all'apertura della mostra storica e documentaria "1939. L'inizio della Seconda Guerra Mondiale".

"Tutto questo si sapeva dallo scorso ottobre, quando è arrivato John Bolton (consigliere della Casa Bianca sulla sicurezza nazionale - ndr) e ci ha detto: secondo me, l'ho già dichiarato ai vostri colleghi giornalisti che la dichiarazione di Trump sulla necessità di ritirarsi da questo trattato non è un invito al dialogo, questa è una decisione definitiva. Apparentemente, anche da allora, forse anche prima, avevano iniziato a preparare il test che è avvenuto e che viola i parametri del trattato Inf", ha aggiunto il ministro.

Il test

Il 19 agosto il Pentagono ha reso noto di aver condotto il test di un missile da crociera terrestre non nucleare, vietato dal Trattato Inf. Il trattato ha cessato di essere valido il 2 agosto: il documento vietava missili terrestri con una gittata compresa tra 500 e 5.500 chilometri. Il test missilistico americano è avvenuto il 18 agosto.

Il trattato INF

L’INF è un accordo firmato l’8 dicembre del 1987 a Washington da Ronald Reagan e Michail Gorbaciov a seguito del vertice di Reykjavik dell’anno prima. L’accordo pose fine alla crisi degli euromissili e l’escalation che si era venuta a creare tra SS-20 sovietici e i Pershing-2, Cruise e i Tomahawk americani e NATO. Unione Sovietica e Stati Uniti grazie a quell'accordo si impegnarono a distruggere tutti i sistemi di missili balistici e da crociera terrestri, e anche a non produrli, testarli o dispiegarli in futuro.

Nell'ottobre 2018, Donald Trump ha annunciato il ritiro di Washington dal trattato, accusando Mosca di violare gli obblighi. Allo stesso tempo, la parte americana non ha fornito prove di tali violazioni.

Tags:
missile, Armi, disarmo, Trattato Inf, USA, Russia, Sergej Lavrov
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik