15:58 22 Novembre 2019
La bandiera americana

Pena di morte negli USA, giustiziato detenuto con la sedia elettrica

CC BY 2.0 / Randy Heinitz / Flag Flying
Mondo
URL abbreviato
0 52
Seguici su

Eseguita condanna a morte in Tennessee, l'undicesima negli USA dall'inizio dell'anno. Il detenuto è stato giustiziato sulla sedia elettrica per sua scelta.

L'esecuzione è avvenuta nel carcere di massima sicurezza di Riverbend a Nashville, nel tardo pomeriggio del 15 agosto (la notte tra giovedì e venerdì in Italia) e il detenuto è stato dichiarato morto alle 19.27. Era stato l'uomo a scegliere la sedia elettrica in quanto meno dolorosa dell'iniezione letale.

Il detenuto, Stephen West, aveva 59 anni ed era stato condannato nel 1986 per il duplice omicidio di una donna e della figlia di 15 anni, avvenuto assieme ad un complice, l'allora diciassettenne Ronnie Martin che, non era stato condannato alla pena capitale in quanto minorenne quando era stato commesso il crimine.

West si era sempre dichiarato innocente, indicando nel complice, peraltro reo confesso, l'esecutore del crimine. Aveva più volte avanzato una richiesta di clemenza, l'ultima respinta proprio il 14 agosto, il giorno prima dell'esecuzione. A West, che nei 33 anni di detenzione era diventato profondamente religioso, era stato diagnosticata una infermità mentale. 

I suoi avvocati hanno dichiarato di essere “profondamente delusi dal fatto che lo stato del Tennessee sia andato avanti con l’esecuzione di un uomo a cui lo Stato aveva diagnosticato una grave malattia mentale. Un uomo di profonda fede che ha avuto un impatto positivo su quelli intorno a lui per decenni e un uomo che con prove schiaccianti non ha commesso questi omicidi, ma non ha mai negato la responsabilità personale per il suo coinvolgimento in questi crimini”. 

Le ultime parole dell'uomo sono state: “Dio ha creato l’uomo. Gesù pianse. E’ tutto”.

La pena di morte negli USA

Il governo federale aveva nei fatti mantenuto una moratoria nei confronti della pena di morte, che negli USA è gestita a livello statale e a livello federale. L'ultima esecuzione era avvenuta nel 2003, quando era stato giustiziato in un carcere federale un veterano della Guerra del Goldo, Louis Jones, per aver rapito e ucciso una soldatessa di 19 anni.

Le esecuzioni però sono state mantenute nei singoli stati, oltre 200 dal 2010. Sono 4 gli stati che l'hanno eliminata, metre resta in vigore in 29 stati, tra cui Virginia, Arkansas, Illinois, Tennessee, Kentucky, Oklahoma, Florida, Utah e Carolina del Sud. Le esecuzioni possono avvenire per impiccagione, sedia elettrica, iniezione letale o plotone di esecuzione. 

Dallo scorso novembre sono 3 le esecuzioni con sedia elettrica avvenute in Tennessee. L'amministrazione Trump lo scorso anno, ha deciso di riprendere le esecuzioni capitali, ponendo fine alla sospensione. “Il dipartimento alla Giustizia applica lo stato di diritto, e noi dobbiamo alle vittime e alle loro famiglie l’esecuzione delle sentenze imposte dal nostro sistema giudiziario”, aveva detto la Casa Bianca.

Tags:
Donald Trump, Pena di morte, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik