15:14 12 Dicembre 2019
Un cucciolo di foca

Scioglimento dei ghiacci: ancora due gradi in più ed è catastrofe

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
333
Seguici su

I ricercatori della University of Cincinnati mettono in guardia: gli accordi di Parigi potrebbero non essere abbastanza per salvare il clima.

Se la temperatura globale avrà un ulteriore aumento di 2-2.5 gradi, il ghiaccio marino artico potrebbe scomparire completamente a settembre, periodo di passaggio dall’estate all’inverno, e questo porterebbe a una catastrofe climatica negli ecosistemi polari. Lo riporta Phys.org.

I risultati delle simulazioni hanno mostrato che c’è una probabilità del 6% che il ghiaccio marino estivo scompaia se si verificherà un aumento della temperatura di 1.5 gradi rispetto all’epoca preindustriale. Ma se l’aumento raggiunge i 2 gradi, tale probabilità si alza al 28%.

Settembre è un periodo di transizione tra l’estate e l’inverno ed è caratterizzato dalla minor superficie ricoperta dai ghiacci nel Mar Glaciale Artico. Da giugno a settembre, infatti, il ghiaccio si riduce costantemente, mentre in autunno ricomincia ad aumentare.

Tuttavia se a settembre il ghiaccio dovesse scomparire del tutto, si verificherebbe un rallentamento del ritorno al regime invernale e questo rappresenterebbe una minaccia per le foce e gli orsi polari.

Secondo l’accordo di Parigi del 2015 la crescita della temperatura media globale deve essere limitata a 1.5 gradi per prevenire uno scenario di cambiamento climatico catastrofico.

Correlati:

Cambiamento climatico stravolge l'ecosistema a Torino - Video
Cambiamenti climatici. Professor Scafetta: maggior attenzione all’attività solare
Cambiamenti climatici, caldo record in Alaska
Tags:
Riscaldamento globale, Riscaldamento
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik