Widgets Magazine
11:23 21 Agosto 2019
Angela Merkel

Merkel dà la colpa a Mosca per la fine del trattato INF

© AP Photo / Markus Schreiber
Mondo
URL abbreviato
8225

Mosca è responsabile della conclusione del trattato sui missili a corto e medio raggio (Trattato INF), ha dichiarato il cancelliere tedesco Angela Merkel in una conferenza stampa a Berlino.

"Sono estremamente dispiaciuta che la Russia abbia violato in modo verificabile il Trattato INF e abbia quindi portato questo accordo alla sua fine. Pertanto, parte del sistema di limitazione delle armi in Europa e nel mondo è andata perduta. Faremo del nostro meglio insieme ai nostri partner alla NATO per insistere su ulteriori limitazioni degli armamenti e continueremo a farlo nei prossimi anni", ha dichiarato il cancelliere tedesco Angela Merkel durante una conferenza stampa con il primo ministro finlandese Antti Rinne a Berlino.

Secondo la Merkel, "la NATO troverà una risposta comune" in relazione alla conclusione del trattato. Anche il Segretario generale dell'Alleanza Jens Stoltenberg lo ha affermato in precedenza.

Berlino è "parte della NATO, e si comporterà in questo senso come partner NATO", ha sottolineato Merkel.

La fine del Trattato Inf

Il 2 agosto il trattato INF ha cessato di esistere. All'inizio di quest'anno Washington aveva annunciato il ritiro unilaterale da questo accordo, accusando la Russia di ripetute violazioni per lungo tempo. Mosca ha respinto tutte le accuse. All'inizio di luglio il presidente russo Vladimir Putin aveva firmato la legge sulla sospensione del trattato. La Russia ha ripetutamente dichiarato di rispettare pienamente le disposizioni del Trattato. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov aveva evidenziato che Mosca aveva domande molto serie da porre a Washington in merito all'attuazione del documento da parte degli stessi americani. Secondo il capo della diplomazia russa, le accuse degli Stati Uniti sulla violazione del Trattato Inf sono infondate.

Il trattato sull'eliminazione dei missili a medio e a corto raggio (da mille a 5500 chilometri e da 500 a mille chilometri) è un accordo tra l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti, firmato nel 1987.

Le parti si erano impegnate a distruggere tutti i complessi missilistici balistici e da crociera terrestri con il raggio d'azione indicato e anche a non produrli, testarli o schierarli in futuro.

Correlati:

Angela Merkel conferma l'addio alla politica dopo 2021
Merkel: Salvare i migranti in mare "è un imperativo umanitario"
Merkel commenta i tremori: "posso continuare a lavorare"
Tags:
Missili, Trattato Inf, Trattato INF
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik