Widgets Magazine
16:17 24 Agosto 2019

Diplomatico russo dichiarato persona non grata in Ucraina

© Sputnik . Stringer
Mondo
URL abbreviato
0 08

Il diplomatico russo dichiarato persona non grata in Ucraina ha già lasciato il paese, riporta l’ufficio stampa del Servizio di sicurezza ucraino.

Aggiornamento: In risposta, l'impiegato del Consolato ucraino a San Pietroburgo è stato dichiarato una persona non grata e espulso dal paese. 

Gli agenti del Servizio di sicurezza ucraino hanno comunicato di aver smascherato un abitante della regione di Leopoli, nell’ovest del paese, che, secondo loro, sarebbe stato reclutato dai servizi segreti russi nel 2014.

“I dati raccolti venivano trasmessi dall’uomo a un agente segreto russo che “lavorava” sotto la copertura diplomatica del Consolato Generale della Federazione Russa a Leopoli… Per attività non compatibili con lo stato di funzionario consolare, il Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina ha dichiarato il diplomatico-spia persona non grata. Ha già lasciato il territorio dell’Ucraina”, riporta il comunicato.

È stato inoltre aperto un caso legale per il reato “tradimento nazionale”, la cui pena prevede fino a 15 anni di reclusione. L’imputato è l’abitante della regione di Leopoli.

Il Servizio di intelligence estera della Russia non commenta la dichiarazione del Servizio di sicurezza ucraino sull'espulsione del diplomatico russo che si sarebbe occupato di attività di spionaggio.

"Non commentiamo questo comunicato", ha detto a Sputnik un rappresentante dell'ufficio stampa dell'Servizio di intelligence estera della Russia.

© Foto : Servizi di sicurezza ucraini
L’abitante della regione di Leopoli, sospettato dai Servizi di sicurezza ucraini di aver collaborato con i Servizi speciali russi

Correlati:

Lettonia blocca sito russo per minaccia alla sovranità dell'Ucraina
Elezioni in Ucraina, per exit poll vince il partito del presidente Zelensky
Petroliera russa bloccata da Ucraina
Tags:
Relazioni Russia-Ucraina, Russia, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik