Widgets Magazine
10:54 22 Agosto 2019
Turkmenistan locazione sulla mappa

Misteri del Turkmenistan: riappare il Presidente

© Foto: By  Rei-artur  pt  en  Rei-artur blog [CC BY-SA 3.0]
Mondo
URL abbreviato
0 61

Il Presidente del Turkmenistan Gurbanguly Berdymukhamedov, è riapparso oggi per inaugurare un forum economico sul Mar Caspio dopo un intero mese di misteriosa sparizione e voci che lo davano per morto. L’ex Repubblica Sovietica rimane uno dei Paesi più chiusi e indecifrabili al mondo.

Ressa di inviati nella località di villeggiatura di Avaza per andare a testimoniare se questa volta il presidente Berdymukhamedov sarebbe apparso sul serio dal vivo o solo in filmato, come nelle ultime occasioni. E hanno potuto verificare che il Presidente, questa volta, si è presentato effettivamente ed in buona forma al forum che egli stesso ha inaugurato dove ha incontrato di Capi di Governo di Russia, Azerbaigian e Kazakistan, nonché il vicepresidente dell'Iran.

L'occasione era il raduno di più alto livello dei cinque stati litorali del Mar Caspio dopo il vertice in Kazakistan dell’anno scorso. L’interesse dei media però è stato principalmente concentrato sul 62enne Presidente turkmeno dopo un intero mese di speculazioni sul suo stato di salute e che fine avesse fatto.

"Congratulazioni per l'apertura del primo forum economico del Caspio", ha detto Berdymukhamedov ai suoi ospiti. Le voci che davano Berdymukhamedov per morto pare siano iniziate per mezzo di una piccola rete di media stranieri oppositori del regime turkmeno e si erano poi diffuse sui siti web in lingua russa di tutte le nazioni ex sovietiche.

L'ultima apparizione pubblica verificabile di Berdymukhamedov era stata in una riunione del Governo il 5 luglio ed era sembrata molto insolita una assenza così prolungata in una nazione a regime monocratico e con un certo culto della personalità per il leader.

© Sputnik . Vladimir Fedorenko
Il presidente del Turkmenistan Gurbanguly Berdimuhammedow

Vero è che il 24 luglio era apparso in un incontro televisivo con il Sindaco di Ashgabat ma i media stranieri avevano con insistenza ipotizzato che il filmato fosse stato retrodatato.

La televisione di Stato aveva anche mostrato a Berdymukhamedov all’inizio di questo mese che si godeva le vacanze guidando un'auto attorno alla 'Porta dell’Inferno', un cratere naturale nel deserto turkmeno in cui arde perennemente una fiamma alimentata dal gas che fuoriesce spontaneo dalle viscere della Terra. Anche in quel caso tuttavia fu facile ipotizzare si trattasse di immagini di repertorio.

Voci sul suo stato di salute si erano quindi facilmente diffuse, anche se i media di Stato hanno sempre presentato il Presidente come un campione di equitazione, asso al volante e appassionato ciclista.

La situazione in Turkmenistan

Gurbanguly Berdymukhamedov è salito al potere nel 2006 dopo la morte del decisamente più eccentrico predecessore Saparmurat Niyazov, che si era autoproclamato "Padre dei turkmeni" e Presidente a vita.

Il regime Niyazov si caratterizzò per il culto della personalità e un’impronta anche filosofica basata sul ‘Libro d’Oro’ il Ruhnama, scritto dallo stesso Presidente e il cui studio era obbligatorio per accedere a qualsiasi carica pubblica.

Secondo questo ‘testo sacro’ il popolo turcomanno dovrebbe preservare al massimo i propri costumi ed evitare ogni corruzione esterna. Il codice civile e penale erano stati adeguati in conseguenza con leggi che vietavano acconciature di capelli e barbe non tipiche, musiche, film e libri non consoni.

Grazie alle piantagioni di cotone ma, soprattutto, ai ricchissimi giacimenti di gas naturale, il Turkmenistan è uno dei Paesi più ricchi dell’Asia centrale e, con meno di 6 milioni di abitanti, sarebbe anche uno dei potenzialmente più ricchi pro-capite al mondo. Allo stato attuale, per quanto ne sappiamo, risulta essere piuittosto uno dei più chiusi e imperscrutabili.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik