17:50 14 Dicembre 2019

Turchia: bue sacrificale chiamato S-400

© AFP 2019 / Bulent Kilic
Mondo
URL abbreviato
1108
Seguici su

Si avvicina la festa islamica Id al-adha e in Turchia preparano le bestie sacrificali. Un bue di 1,5 tonnellate ha avuto il nome S-400: i suoi padroni spiegano il perché.

In Turchia procedono i preparativi alla grande festa islamica Id al-adha, che quest’anno si celebrerà domenica 11 agosto. La più importante tradizione della festa è il sacrificio di animali, nella maggior parte dei casi montoni o buoi.

In vista dell’avvenimento, dai paesi di campagna e dalle fattorie vicine vengono portati nelle città bovini di ogni dimensione. I fratelli Seyfi e Ibrahim Keyvan si occupano di allevamento nella provincia di Çorum, nel nord della Turchia, e hanno messo in vendita un bue di 1,5 tonnellate che si chiama S-400.

Ibrahim spiega che ogni anno allevano un grosso bovino per la festa, e hanno deciso di chiamare questo esemplare in onore dei sistemi missilistici S-400 per il suo “carattere coraggioso e inflessibile”.

“Il bue S-400 ha tre anni e per tutto questo tempo ci siamo presi cura di lui come di un bambino. Ora pesa 1,5 tonnellate. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha assunto una posizione ferma, non cedendo alle pressioni dell’America, e ha portato in Turchia gli S-400. Il nostro bue ha un carattere inflessibile, è molto coraggioso e non ha paura di nessuno, quindi lo abbiamo chiamato S-400”, ha detto Ibrahim, aggiungendo: “Sono orgoglioso che abbiamo allevato un animale così”.

Il bue S-400 è stato venduto per 17 mila lire turche (circa 3 mila euro) al capo del villaggio Fehmi Vargeloğlu, comunica Sputnik Türkiye.

Correlati:

Esperto turco: gli S-400 aiuteranno la Turchia a evitare "l'occupazione della NATO"
"È tutta colpa di Obama" - Trump non incolpa Ankara per l'acquisto degli S-400
Congresso: vuole forzare Trump a imporre sanzioni a Turchia per gli S-400
Tags:
Erdogan, Turchia, Sistema antiaereo S-400
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik