Widgets Magazine
17:11 23 Agosto 2019
L'infermiere italiano era rimasto infettato dall'Ebola durante la sua permanenza in un campo Emergency in Sierra Leone.

Epidemia di Ebola: Congo e Ruanda limitano i passaggi alla frontiera

© AP Photo / Michael Duff
Mondo
URL abbreviato
111

Il Ruanda e la Repubblica Democratica del Congo hanno deciso di limitare gli attraversamenti di confine tra i due rispettivi Paesi nel tentativo di limitare il contagio dell’Ebola.

Le restrizioni ai viaggi fanno parte di un pacchetto di misure approvato dalle autorità sanitarie sia ruandesi che congolesi, riunitesi a Kigali (la capitale del Ruanda) martedì sera.

Le persone che vorranno attraversare il confine per motivi non essenziali, avranno bisogno dell'autorizzazione di entrambi i governi, secondo una dichiarazione rilasciata dopo l'incontro.

L'epidemia di Ebola divampata nella Repubblica Democratica del Congo orientale ha già ucciso oltre 1800 persone.

Il Ruanda aveva temporaneamente chiuso il confine con il paese vicino la scorsa settimana dopo che un caso di Ebola era stato confermato a Goma, una città congolese di oltre 2 milioni di abitanti situata a soli 7 chilometri dall'importante città ruandese di Gisenyi.

Cos’è l’Ebola

La malattia da virus Ebola è una malattia i cui sintomi iniziano da due giorni a tre settimane dopo aver contratto il virus e si manifesta con febbre, mal di gola, dolori muscolari, mal di testa e orecchie tappate. Poi seguono nausea, vomito, diarrea e, nei casi che poi di solito portano alla morte, emorragie sia interne che esterne. Semba che il virus sia portato da scimmie, pipistrelli della frutta e volpi volanti, quando contagia l’uomo l’infezione può trasmettersi principalmente per via sessuale, ma anche tramite contatto diretto con qualsiasi fluido corporeo.

La malattia ha un tasso di mortalità molto elevato (tra il 50% e 70%) e al momento non esistono cure. La trasmissione del virus inizia dal momento in cui il malato inizia a mostrare i sintomi (e non durante l’incubazione) e termina due/tre mesi dopo la guarigione.

Decima epidemia di Ebola in Congo

Questa è la decima epidemia di Ebola in Congo. È scoppiata oramai da un anno ed è dichiarata dalle autorità di Kinshasa come la seconda peggiore pandemia di Ebola da quella del 2014-2016 che aveva ucciso più di 10 mila persone. Secondo il bollettino epidemiologico aggiornato durante questa crisi epidemica sono morte 1.838 persone e solo 789 sono guarite dopo aver contratto la malattia.

Il 17 luglio scorso l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’attuale epidemia come "Emergenza di salute pubblica di interesse internazionale". Questa è solo la quinta volta che l’OMS emette un’emergenza di tale gravità. Le precedenti occasioni furono quelle dell’influenza suina del 2009, polio nel 2014, epidemia ancora di Ebola in Africa occidentale nel 2014 e a quella da Zika virus nel 2016.

Tags:
Ruanda, Repubblica democratica del Congo, Ebola, Ebola, ebola
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik