17:00 14 Dicembre 2019
Negozio d'armi, USA

Texas autorizza armi in moschee, chiese e scuole

© flickr.com / ElCapitanBSC
Mondo
URL abbreviato
636
Seguici su

Nuove leggi che riducono le restrizioni sul possesso di armi in pubblico entreranno in vigore in Texas a partire dal 10 settembre, un mese dopo la sparatoria di El Paso dove sono morte 22 persone.

Sebbene le leggi sulle armi da fuoco del Texas siano già tra le meno restrittive della nazione, le nuove leggi renderanno più facile la detenzione di armi in luoghi di culto come chiese, moschee e sinagoghe, nonché condomini, case affidatarie e terreni della scuola pubblica. Le leggi sono state approvate durante l'ultima sessione della legislatura del Texas, conclusasi a giugno.

"Coloro che hanno cattive intenzioni violeranno la legge e compiranno i loro atti atroci in ogni caso", ha dichiarato la rappresentante di Stato Donna Campbell in una dichiarazione in merito al disegno di legge che rimuove un precedente divieto di detenzione di armi da fuoco in "chiese, sinagoghe o altri luoghi di culto ".

Altri progetti di legge approvati di recente consentirebbero ai dipendenti del distretto scolastico e agli altri visitatori dei campus scolastici di portare con sé armi da fuoco e tenerle in veicoli chiusi a chiave, di permettere ai genitori di avere armi da fuoco "in una maniera sicura... a fini di protezione personale" e "ridurre la possibilità dei comuni" di limitare le vendite di armi a livello di città attraverso regolamenti di assegnazione territoriale.

Le leggi sono state accolte con critiche dalle organizzazioni di controllo delle armi. L'organizzazione Everytown ha dichiarato in una nota che la proposta di legge "è un tentativo di punire i funzionari locali che stanno prendendo provvedimenti per prevenire la violenza armata".

Le recenti sparatorie

Almeno 20 persone sono rimaste uccise e altre 26 sono state ferite sabato dopo che un uomo armato ha aperto il fuoco in un centro commerciale Walmart a El Paso, in Texas. Più tardi in serata un altro uomo armato ha aperto il fuoco sui passanti a Dayton, Ohio, uccidendone nove e ferendone altre 26. Le autorità ritengono i due incidenti atti di terrorismo interno.

Il presidente Donald Trump ha parlato con l'FBI e il suo procuratore generale degli incidenti e ha detto che "molte cose" vengono "fatte proprio ora" per porre fine alla serie di sparatorie di massa che affliggono gli Stati Uniti. Trump in seguito ha proposto una legge che prevede controlli preliminari sull'acquisto di armi da fuoco da inserire in una proposta di riforma dell'immigrazione. Lunedì Trump ha invitato gli americani a condannare il razzismo, il bigottismo e la supremazia bianca, e ha detto che "bisogna fare di più" per affrontare la violenza armata, comprese le riforme delle leggi sulla salute mentale, e gli sforzi per affrontare una "cultura violenta" che secondo lui è riflessa in "videogiochi che celebrano la violenza".

Correlati:

Polizia norvegese trova più di 2000 armi da fuoco illegali in vendita
Brasile: ognuno per se, cresce il numero di armi da fuoco registrate
Trump propone controllo più severo su armi dopo recenti sparatorie
Tags:
sparatoria, Armi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik