Widgets Magazine
05:00 24 Agosto 2019
La Via Lattea sull'Oceano

Video - La Via Lattea in 3D: cosa rivela la più dettagliata immagine della nostra galassia?

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
0 33

Un team di ricercatori polacchi ha creato una dettagliatissima mappa 3D della Via Lattea e ha svelato alcune stranezze che hanno a che fare con pizze e pantaloni a zampa.

Nei libri di scienze sui quali abbiamo studiato a scuola la nostra galassia è raffigurata come un disco piatto, ma negli ultimi anni le ricerche dimostrano che la Via Lattea assomiglia piuttosto all’impasto per la pizza nel momento in cui il pizzaiolo lo fa roteare in aria, ossia presenta una curva. Uno studio svolto all’Università di Varsavia e presentato da Phys.org mostra che la curva è ancora più accentuata di come ci immaginassimo.

Per creare la nuova mappa, i ricercatori hanno utilizzato i dati del progetto astronomico polacco-americano OGLE, e in particolare le informazioni ottenute dall’osservazione delle Cefeidi, una classe di stelle variabili, della quale fa parte anche la Stella Polare. Queste stelle pulsano con regolarità e luminosità, quindi gli astronomi hanno potuto calcolare la loro vera luminosità, confrontarla con la luminosità che percepiamo dalla Terra e quindi hanno determinato in modo estremamente preciso la loro distanza dal nostro pianeta.

In sei anni i ricercatori hanno raccolto i dati relativi a più di 2400 cefeidi e le hanno collocate sulla mappa, creando così una rappresentazione 3D della Via Lattea dal punto di vista di queste stelle pulsanti. Il modello ottenuto è il primo creato grazie alla misurazione diretta della distanza tra le stelle e il più preciso fino ad ora.

E studiando questa mappa i suoi ideatori hanno capito che la Via Lattea non è affatto piatta. La nostra galassia, il cui raggio è di circa 70 000 anni luce, è “curva”: da un lato le sue estremità si flettono verso l’alto, e dall’altra verso il basso. Anche lo spessore del disco varia: al centro è più sottile, mentre verso i bordi si allarga sempre di più, come un paio di pantaloni a zampa d’elefante.

La curva inizia a circa 26 000 anni luce dal centro della galassia, più o meno nel punto dove è situato il nostro Sistema Solare, e diventa più accentuata a 32 000 anni luce dal centro.

Le spiegazioni di questa forma particolare possono essere diverse: l’unione con altre galassie più piccole o l’indebolimento della forza di gravità nelle zone esterne sotto l’influenza di altre stelle o delle galassie vicine.

Correlati:

Dei fisici americani hanno creato un sole artificiale in laboratorio
Stella mostruosa si allontana dal centro della Via Lattea
Una galassia in avvicinamento alla Via Lattea ripresa dal telescopio Hubble
Tags:
Astronomia, Via Lattea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik