Widgets Magazine
11:09 24 Agosto 2019
Il quartier generale della Commissione Europea a Bruxelles

In Europa cresce la fiducia nel futuro di euro e Ue, immigrazione prima preoccupazione

© REUTERS / Yves Herman
Mondo
URL abbreviato
225

Emerge dai dati dell’indagine Eurobarometro, resa nota oggi a Bruxelles dall’istituto demoscopico della Commissione Europea.

Anche se solo il 44% dei cittadini europei ha fiducia nelle istituzioni dell'Unione Europea, è il miglior risultato registrato nel periodo successivo alla rilevazione dell'Eurobarometro del giugno 2014, condotta prima dell’insediamento della Commissione Juncker.

Il 46% dei cittadini europei continua a non fidarsi delle istituzioni comunitarie. I più euroscettici sono i greci (66%), seguiti da francesi e britannici (56%), e da italiani e cechi (55%).

Il sondaggio ha dimostrato che in tutti gli Stati membri dell'Ue tranne la Grecia la maggior parte degli intervistati "è ottimista sul futuro dell'Ue".

Alte percentuali di euro-pessimismo sono state rilevate nel Regno Unito (46% contro 47% di ottimisti), Francia (45% contro 50%), Repubblica Ceca (43% contro 54%) e Italia (38% contro 56% ).

I cittadini più ottimisti sul futuro dell'Europa li troviamo in Irlanda (85%), Danimarca (79%), Lituania (76%) e Polonia (74%).

In 27 Stati membri (rispetto a 23 Paesi nell'autunno del 2018), la maggior parte degli intervistati è "soddisfatta del funzionamento della democrazia nella Ue", con le percentuali più elevate in Irlanda (77%), Danimarca (75%) e Portogallo (72%) ) e Polonia (70%). In fondo troviamo la Francia (45%) e il Regno Unito (46%).

La Grecia è l'unico Paese in cui la maggior parte degli intervistati "non è soddisfatta" (60% contro 36%).

Rispetto all'indagine dell’autunno scorso, cambiano anche le priorità: l’immigrazione resta in cima per gli europei, ma in calo di 6 punti percentuali rispetto al clima e alla disoccupazione in crescita rispetto alle precedenti rilevazioni. Per l’Italia, l’emergenza è invece proprio la mancanza di lavoro (44%) e la situazione economica che il 76% definisce “molto cattiva”. La maggioranza degli italiani (65%) sostiene l’euro.

Tags:
Sondaggio, Società, Unione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik