Widgets Magazine
20:35 22 Agosto 2019
Mamma e figlio obesi

Nuova causa del sovrappeso scoperta per caso

© flickr.com/ Fhardseen
Mondo
URL abbreviato
154

Un sistema immunitario indebolito influisce negativamente sul microbiota intestinale, cioè in generale sul metabolismo, affermano gli scienziati dell'Università dello Utah (USA).

La scoperta che il sistema immunitario influisce sul metabolismo è avvenuta per caso. Un team di scienziati guidato da Charisse Petersen stava osservando topi da laboratorio, il cui sistema immunitario era indebolito geneticamente. Si è scoperto che questi topi erano significativamente più grassi dei topi del gruppo di controllo, nonostante il fatto che le condizioni di vita e la dieta fossero le stesse.

Esperimenti successivi hanno dimostrato che nei topi con un sistema immunitario indebolito, gli anticorpi non attaccavano ai batteri intestinali nella stessa misura degli animali sani del gruppo di controllo.

Pertanto nel microbiota (una combinazione di diversità genica della microflora), si perde l'equilibrio tra i singoli batteri, che a sua volta porta a un metabolismo responsabile dell'obesità. L'analisi del microbioma ha mostrato che i topi geneticamente modificati, a differenza di quelli sani, avevano pochi batteri gram-positivi della classe Clostridia.

Petersen e i suoi colleghi hanno scoperto che i batteri Clostridia, bloccando la capacità dell'intestino di assorbire il grasso, prevengono l'aumento di peso e, a causa della piccola quantità di questi batteri, l'intestino, al contrario, assorbe troppo grasso.

Lo studio ha anche dimostrato che "anche con una corretta alimentazione, tali topi soffrono inevitabilmente di obesità. Ma il recupero di questa tipologia di microbi ha fatto ritornare gli animali a un peso normale".

Secondo gli autori, i nuovi risultati potrebbero essere rilevanti per le persone in sovrappeso.

"Il prossimo passo è isolare queste molecole e capire ulteriormente il loro funzionamento, per determinare se sono in grado di stimolare il trattamento mirato di obesità, diabete di tipo 2 e altri disturbi metabolici", afferma Petersen su ulteriori piani di ricerca. "La comprensione dei prodotti microbici in grado di influire sull'assorbimento lipidico, può aprire la porta a futuri metodi di trattamento dell'obesità e delle malattie metaboliche ".

L’obesità è un problema mondiale

Attualmente, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), circa 1,9 miliardi di adulti sono in sovrappeso e 650 milioni di loro sono obesi. Secondo le previsioni, entro il 2045 circa un quarto della popolazione mondiale sarà obesa. Secondo numerosi studi, ci sono molti fattori che contribuiscono al sovrappeso, tra cui la mancanza di esercizio fisico ed eccesso di cibo. Ora ne conosciamo un altro: un sistema immunitario debole e una piccola quantità di Clostridia nell'intestino.

 

Correlati:

Genetisti USA creano test per prevedere lo sviluppo dell’obesità
Ricerca: la polvere casalinga porta all'obesità nei bambini
USA, tumori legati all'obesità in aumento tra gli adulti
Tags:
obesità
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik