Widgets Magazine
19:38 22 Agosto 2019
F-16

Gli USA sbloccano 800 milioni di dollari per 14 F-16 alla Slovacchia

CC0
Mondo
URL abbreviato
108

Il governo USA ha approvato una commessa da 800 milioni di dollari per la produzione di 14 aerei da combattimento multiruolo F-16 destinati alla Repubblica Slovacca.

La notizia è stata data dal Dipartimento alla Difesa degli Stati Uniti ed il lotto fa parte del programma statunitense di vendite all'estero di armamenti, nell'ambito del contratto firmato con la Slovacchia nel mese di dicembre 2018 per la fornitura di quattordici F-16V Block 70/72 a partire dal 2023, del valore complessivo di 1,8 miliardi di dollari.

Gli aerei saranno assemblati nel nuovo stabilimento Lockheed Martin di Greenville, nello stato della Carolina del Sud, inaugurato nel mese di aprile e dedicato unicamente alla produzione degli F-16. 

I quattordici velivoli destinati alla Slovacchia (dodici monoposto e due biposto) verranno consegnati entro il gennaio 2024 e gli USA garantiranno al paese est europeo anche addestramento, armamenti e supporto alla manutenzione dei mezzi. 

In attesa dei nuovi caccia multiruolo il governo slovacco ha aperto i negoziati con la russa MiG per "prolungare" l'esercizio dei caccia multiruolo MiG-29 attualmente in dotazione all'aviazione del Paese fino all'arrivo degli F-16.

F-16 a tutti i costi (e che costi)

La Slovacchia non è il primo paese dell'est Europa che decide di acquistare gli F-16 per sostituire i vecchi MiG-29 di fabbricazione sovietica, tuttavia il percorso di sostituzione si è rivelato meno lineare del previsto.

Nel mese di gennaio gli USA hanno bloccato l'accordo stipulato tra Israele e Croazia per la fornitura di dodici F-16 di "seconda mano" ma dotati di sistemi radar ed elettronica sviluppati proprio da Israele. 

Nelle scorse settimane invece dopo una diatriba tra presidente e parlamento la Bulgaria ha finalmente confermato l'acquisto di otto caccia F-16 per un importo complessivo di 1,26 miliardi di dollari: ai primi di luglio il parlamento di Sofia aveva approvato l'acquisto, ma successivamente, il 23 luglio, il presidente del paese balcanico Ruman Radev aveva posto il veto sul voto, appellandosi alla "mancanza di consenso nazionale" sull'accordo. Il 26 luglio però il parlamento bulgaro ha approvato una seconda volta l'acquisto degli aerei americani e la Bulgaria riceverà quattro F-16 nel 2023 ed altrettanti nel 2024. 

La Bulgaria e la Slovacchia sono diventati paesi membri della NATO a partire dal 29 marzo 2004, mentre la Croazia lo è dal 1° aprile 2009.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik