Widgets Magazine
13:12 24 Agosto 2019

Cina non sostiene nuovo accordo per rimpiazzare il trattato INF

© AP Photo / Pang Xinglei/Xinhua
Mondo
URL abbreviato
2151

La Cina non sostiene l’idea di creare una nuova struttura multilaterale in grado di sostituire il Trattato sulle forze nucleari a corto e medio raggio (INF).

Il ministro degli Esteri giapponese Taro Kono ha affermato che il mondo ha bisogno di una nuova struttura che unisca i cosiddetti cinque paesi dotati di armi nucleari (Russia, Stati Uniti, Cina, Regno Unito e Francia) e che sostituisca il trattato INF, dal quale sia gli Stati Uniti che la Russia si sono ritirati.

"Per quanto riguarda il fatto di rendere multilaterale l'INF, abbiamo già detto che si tratta di un accordo bilaterale tra Russia e Stati Uniti. Se l'accordo diventa multilaterale, ciò influenzerà tutta una serie di complesse questioni politiche, militari e legali... La parte cinese non dà il suo consenso", ha detto Hua Chunying durante un briefing.

La direttrice del Dipartimento dei informazione del Ministero degli Esteri cinese ha commentato così il suggerimento ricevuto da Kono.

Il ritiro unilaterale degli USA dall’INF

Donald Trump ha annunciato per la prima volta la sua intenzione di ritirarsi dal trattato sul controllo degli armamenti lo scorso ottobre, sostenendo che era "inaccettabile" che Washington continuasse ad aderire all'accordo mentre sia la Russia che la Cina stavano sviluppando armi proibite dal trattato.

A febbraio, l'amministrazione Trump ha annunciato che gli Stati Uniti avrebbero abbandonato il trattato sulle forze nucleari a medio e a corto raggio (INF), cosa che ha spinto la Russia a intraprendere un'azione reciproca dopo che le due parti si sono scambiate accuse di violazioni del trattato. La sospensione americana del trattato INF diventerà ufficiale il 2 agosto.

Sia Mosca che Washington si sono ripetutamente accusate di violazioni del Trattato INF. Gli Stati Uniti sostengono che la Russia avrebbe testato e dispiegato il missile da crociera lanciato a terra 9M729, sostenendo che questo avrebbe una portata di oltre 500 chilometri, in violazione del trattato. La Russia ha smentito le accuse e ha affermato che il sistema di difesa Aegis Ashore MK-41 degli Stati Uniti può essere utilizzato per lanciare missili da crociera a distanze proibite dal trattato.

A.N.

Correlati:

Sanzioni USA contro Iran e Cina: solo questione di nucleare?
La Cina non intende trattare con Mosca e Washington sul nucleare
Ministero Esteri Cina: Russia e USA devono guidare disarmo nucleare
Tags:
Trattato Inf, Trattato INF, Armi nucleari, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik