01:06 14 Dicembre 2019
Rachel, Nevada

L’assalto all’Area 51 sarà pure uno scherzo ma in Nevada è già tutto esaurito

© Foto : Cooper, in Wiki Commons17 August 2006 [CC BY-SA 2.5]
Mondo
URL abbreviato
152
Seguici su

L’appello lanciato per scherzo su Facebook per andare a ‘stanare’ gli alieni nascosti secondo la leggenda nella famosa Area 51 sarà pure nato per scherzo, ma è uno scherzo che sta sfuggendo di mano.

All’inizio chi l’avrebbe presa veramente sul serio? Anche i follower social, per quanto innumerevoli, non possono essere un indicatore affidabile. Si fa presto a mettere un like. Adesso però la faccenda inizia a farsi seria – la gente sta seriamente pensando di andare all’Area 51 il 20 settembre e il tutto esaurito delle prenotazioni alberghiere lo prova.

"Non posso credere che stia avvenendo sul serio” – dice lo stesso sceriffo della Contea di Lincoln, Kerry Lee alla CNN. Il problema di ordine pubblico inizia ad essere reale – “se arrivano altre persone, dove le mettiamo?”

La piccola Rachel ha una popolazione di soli 54 abitanti ed è circondata da città fantasma e deserto. C’è solo una locanda con 14 camere, già prenotate per il 20 settembre e l’ultima opizone disponibile non sono altro che campeggi improvvisati ma nel nulla del deserto. L'unica stazione di servizio di Rachel ha inoltre chiuso nel 2006, quindi i visitatori dovranno riempire i loro serbatoi a ben 80 chilometri di distanza ad Alamo. Città anch’essa sotto pressione per l’evento, con una disponibilità già bassissima di camere disponibili per quella data.

Lo sceriffo Lee non crede che ci sarà un vero e proprio assalto – stiamo parlando di una base militare difesa fino ai denti, è poco probabile che qualcuno voglia fare delle vere e proprie pazzie – ma anche solo un aflusso anomalo di visitatori è un’eventualità inquietante per l’ordine pubblico. Anche poche migliaia di visitatori inattesi potrebbero mandare in tilt il sistema di emergenza, teme lo sceriffo:

"Probabilmente potremmo anche farcela, ma potrebbe sicuramente causare problemi. Il cielo non voglia che si superino i 5.000 visitatori, cioè il doppio della dimensione della contea", ha detto Lee.

Il numero di persone in sé non sarebbe neppure la preoccupazione maggiore, fa notare Lee. La cosa più preoccupante potrebbero essere piuttosto le condizioni climatiche. A settembre il deserto del Nevada può essere mortale con temperature ancora elevatissime di giorno e forti escursioni termiche la notte. Con risorse limitate e sproporzione di mezzi, servizi e visitatori, la situazione finirebbe fuori controllo.

Lo sceriffo non è quindi affatto entusiasta dell’iniziativa e sconsiglia di parteciparvi. Al limite dice:

“se proprio ci tenete venite a vedere le stelle nel deserto e fare una scampagnata in amicizia, ma non provate a scavalcare ed entrare sul serio nell’aerea”.

Ma perchè l’Area 51?

La “Nevada Test Site – 51” nota al mondo come ‘Area 51’ fa parte di una enorme zona operativa militare grande quanto l’intera Sicilia nei pressi della piccola cittadina di Rachel, circa a 150 km a nord-ovest di Las Vegas. Gli elevati standard di sicurezza e la segretezza dei test che vi si svolgono (pare che vi si sviluppino jet, moduli e apparecchiature ad elevatissima tecnologia) ne hanno fatto il soggetto ideale per tutte le più fantasiose teorie del complotto e ufologiche. Sopratutto, l’area 51 è famosa per la convinzione di molti ufologi e appassionati che i resti di un UFO e del suo equipaggio fossero stati trasportati all'interno della base nel 1947 – il cosiddetto ‘Caso Roswell’.

Correlati:

Imprenditore dalla Florida offre un'assicurazione per il rapimento di UFO prima dell'area 51 Raid
Mezzo milione di utenti Facebook vogliono invadere l’Area 51
Ideatore dell'assalto all'Area 51 teme che lo scherzo possa finire in una carneficina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik