Widgets Magazine
11:38 22 Agosto 2019
Sicurezza al Gilroy Garlic Festival

"Servizio d'ordine al Gilroy Garlic Festival non focalizzato sulla sicurezza pubblica"

© REUTERS / STRINGER
Mondo
URL abbreviato
0 30

Ha commentato per Sputnik la sparatoria al Gilroy Garlic Festival in California Steven Howard, ex agente federale ed esperto di armi.

Sputnik: Quali potrebbero essere stati i motivi a spingere l'aggressore, secondo lei? Come classificherebbe questo attacco?

— Non ne ho idea, non ci sono abbastanza informazioni. Potrebbe essere qualsiasi cosa, da un un regolamento di conti tra bande alla vendetta personale.

Sputnik: il capo della polizia di Gilroy ha dichiarato che l'uomo armato è entrato nell'area del festival dopo aver fatto un buco in una recinzione ed ha iniziato a sparare. Qualsiasi tipo di arma è vietata al Christmas Hill Park, dove si svolgeva il festival, e il personale di sicurezza controllava le borse una volta arrivati. Come è stata possibile questa falla nella sicurezza al festival, secondo lei? Come ha fatto la polizia a sbagliare?

— Se ha fatto un buco nella recinzione, allora tutto il servizio d'ordine è inutile. Ovviamente la polizia non ha agenti a sufficienza per monitorare l'intero perimetro. Da tutto ciò che ho visto e sentito in tv, guardavano semplicemente le borse e non facevano nulla. Non c'erano metal detector o altre cose. Le bacchette per vedere se qualcuno trasporta qualcosa di metallico, come un'arma da fuoco o un coltello, costano 49 dollari ciascuna. Quindi sono molto economiche e funzionano abbastanza bene, le ho usate. Ma a quanto pare facevano aprire le borse solo alle donne. Potevano essere impegnati ad impedire alla gente di portare bevande alcoliche da fuori all'interno del festival, perché vogliono essere in grado di vendere liquori o bevande al prezzo desiderato. Se è così, come nel caso del festival musicale qui a Lansing, nel Michigan, dove spesso nessuno pensava a controllare le armi, tutti guardavano nelle borse perché non volevano che portassimo bibite o liquori nel festival, perché volevano assicurare il monopolio delle vendite di cibo e bevande. Quindi quello che si chiama "sicurezza" riguarda il mantenimento del monopolio delle vendite del cibo e delle bevande, non la sicurezza delle persone.

Sputnik: la California è considerata uno tra gli Stati con le leggi più severe sulle armi...

— No. La California ha le più dure leggi sulle armi in America: vietano e limitano il possesso di armi di vario tipo rispetto a qualsiasi altro Stato di cui sono a conoscenza.

Sputnik: come si sarebbe potuto prevenire questa tragedia, secondo lei?

— Con una migliore sicurezza. Ci sarebbero dovuti essere più agenti che pattugliavano il perimetro, ci sarebbero dovute essere più telecamere e avrebbero dovuto esserci uomini in tutti gli ingressi per perquisire le persone... Non servono le macchine ai raggi X davvero sofisticate che ci sono negli aeroporti o nei centri commerciali o cose del genere che vedo quasi quotidianamente. Tutto ciò di cui c'è bisogno è gente che apra le borse per vedere se c'è qualcosa di metallico. Questo richiede solo pochi secondi. Ma se qualcuno aggira la sicurezza tagliando la recinzione e nessuno scopre chi taglia quella recinzione... allora ogni altro secondo è completamente inutile. Ancora una volta la security era più preoccupata a difendere le vendite di cibo e bevande piuttosto che salvaguardare le persone.

In precedenza, un uomo ha aperto il fuoco contro la folla durante un importante festival alimentare in California domenica. 3 persone sono rimaste morte. 

Tags:
Armi, Società, sparatoria, California, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik